Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Roma-Zorya, Mourinho: “Zaniolo va lasciato tranquillo, sono qui per aiutarlo”

L’allenatore giallorosso dopo la vittoria con lo Zorya: “Grande partita e vittoria meritata, era importante ottenere la qualificazione e siamo contenti. Zaniolo è rientrato bene, ha grandi potenzialità ma anche la cicatrice di chi ha sofferto tanto, quindi spesso si fa prendere da sensazioni negative. Ma va lasciato tranquillo, io sono qui per aiutarlo. Abraham? Non è in una squadra dominante, deve lavorare tanto per la squadra ma l’atteggiamento sta migliorando”

La Roma si rialza in Conference League dopo aver raccolto un solo punto nelle due sfide con il Bodoe/Glimt e travolte lo Zorya all’Olimpico. Due reti per tempo: Carles Perez e Zaniolo la aprono nel primo (Veretout sbaglia il rigore del 3-0), poi Abraham la chiude nella ripresa con una doppietta. Per la gioia di José Mourinho: “Il primo segnale importante è rappresentato dalla qualificazione, avevamo l’obbligo di ottenerla e ci siamo riusciti – le parole dell’allenatore portoghese a Sky Sport – Abbiamo fatto molto bene sin dal primo minuto, il risultato è più che meritato perché abbiamo creato tanto. L’avversario non era di livello alto, ma poteva crearci delle difficoltà. Però siamo stati bravi e siamo contenti perché abbiamo passato il turno. Sono contento della squadra, potevamo avere qualche punto in più in Serie A ed essere primi in Conference League, ma sono soddisfatto”.  

“Zaniolo? Ha talento, ma si fa prendere dalle sensazioni negative”

vedi anche Roma-Zorya 4-0, Zaniolo show e doppio Abraham

È rientrato con un gol Nicolò Zaniolo dopo una doppia panchina: “La prima a Venezia è stata anche conseguenza di una settimana difficile a causa di problemi fisici – prosegue Mourinho – Con il Genoa, invece, ho pensato di fare così, ci siamo schierati con un sistema nuovo e ho pensato che Shomurodov fosse più adatto a ricoprire il ruolo di seconda punta. Ma è rientrato veramente bene, non mi aspettavo giocasse da solo ma in un contesto di squadre e la risposta è arrivata, anche il suo atteggiamento mi è piaciuto molto. Lui ha grandi potenzialità, ma ha tanto da imparare dal punto di vista tattico e dei comportamenti in campo. Ha talento e deve averne consapevolezza anche quando le cose non vanno bene, senza dimenticare una cosa che per me è molto importante: la cicatrice di un ragazzo che ha avuto problemi importante e che, a volte, soffre le sensazioni negative. Per esempio, con la Juve stava giocando una grande partita, simile a quella con lo Zorya, ma al primo dolore al ginocchio ha avuto quella paura tipica di chi ha sofferto tanto. Chiedo di lasciarlo tranquillo, non inventiamo storie che non esistono, sono qui per aiutarlo. Ma lasciateci lavorare serenamente, anche Roberto Mancini sarà felice se riusciremo a dargli uno Zaniolo che potrà tornargli utile per la Nazionale”.

“Abraham? Sta imparando a lavorare per la squadra, atteggiamento giusto”

vedi anche Roma-Zorya Luhansk 4-0. HIGHLIGHTS

Su Abraham, infine: “Anche lui sta facendo un percorso come gli altri. Quando perdiamo non sono mai arrabbiato con i miei giocatori, perché vedo sempre grande impegno, un senso di gruppo e abbiamo tutti bravi ragazzi che vogliono crescere. Abraham non è in una squadra dominante, dove l’attaccante deve stare solo nell’area di rigore per fare gol, ma da noi bisogna anche lavorare tanto. Per lui questo è un processo lungo, questa cosa lo limita un po’ ma si sta impegnando tanto per il bene della squadra. Chiaramente può fare più gol ma li farà, ma il suo atteggiamento sta migliorando tanto“, conclude Mourinho.

sport.sky.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *