Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Roma, furti a casa di Isabella Rauti: indagata la domestica. Il sospetto di una banda seriale nei quartieri…

di Rinaldo Frignani

Una cittadina paraguaiana di 38 anni è accusata di furto aggravato e continuato: nel suo appartamento ritrovata parte del bottino sottratto nell’abitazione della senatrice di FdI alla Balduina nel corso dei mesi scorsi

Lei è tuttora libera, indagata per il momento per furto aggravato e continuato. Ma sulla ex domestica originaria del Paraguay perquisita all’inizio di aprile dai carabinieri della compagnia Trionfale, coordinati dalla procura, ci sono sospetti che possa appartenere a una banda più ampia specializzata in razzie in appartamenti. E anche l’ipotesi che possa aver agito su commissione.

Una vittima illustre, anche se per chi indaga il condizionale è ancora d’obbligo visto che l’indagine è tuttora in corso, sarebbe la senatrice di Fratelli d’Italia Isabella Rauti, figlia di Pino Rauti, deputato ed europarlamentare missino, quindi segretario del Movimento sociale italiano e di Fiamma Tricolore, e ed ex moglie del sindaco Gianni Alemanno.

Dall’aprile dello scorso anno la parlamentare avrebbe notato una serie di misteriose sparizioni dalla sua abitazione alla Balduina di oggetti di valore di vario genere, da preziosi orologi a gioielli, ma anche altri articoli, come borse e abiti griffati, nonché un presepe napoletano. I sospetti di Rauti sulla domestica si sono concretizzati nell’allontanamento di quest’ultima nell’autunno scorso, ma nel frattempo i carabinieri avevano già fatto scattare i loro accertamenti che hanno portato alla perquisizione domiciliare del 2 aprile scorso nell’appartamento della sudamericana e al ritrovamento di una parte del bottino sottratto dalla casa dell’esponente politico: il resto sarebbe già stato piazzato da lei stessa o da qualche complice ai ricettatori.

È questa un’altra ipotesi al vaglio. E questo potrebbe essere stato proprio il sistema adottato dalla donna, Liliana Maurizia, 38 anni, e forse anche da chi potrebbe averla spalleggiata. Non si esclude nemmeno che i furti a casa Rauti siano stati portati a termine su commissione, vista la varietà degli oggetti che sono stati rubati, quasi seguendo uno schema ben preciso, controllando nel tempo – proprio per non farsi scoprire subito – il contenuto di armadi e cassetti. A incastrare la donna ci sarebbero poi alcuni immagini video registrate nell’appartamento della Balduina, anche se su questo aspetto c’è il massimo riserbo.

20 aprile 2022 (modifica il 20 aprile 2022 | 13:48)

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *