Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Roland Garros, Tsitsipas a valanga. Problemi fisici per Nole, ma passa. I due si sfideranno in semifinale

Il greco si sbarazza facilmente in 3 set di Rublev. Djokovic fatica con Carreno-Busta, complice un inizio contratto e alcune noie fisiche, ma alla fine la spunta. Venerdì le semifinali

L’ultimo semifinalista del Roland Garros 2020 è il numero 1 del mondo Novak Djokovic che ha superato in quattro set lo spagnolo Pablo Carreno Busta nella rivincita della sfida giocata all’Open degli Stati Uniti in cui Nole fu squalificato. Oggi è andata diversamente e in 3 ore e 10 minuti Nole ha vinto per 4-6 6-2 6-3 6-4. Nole inizia il match decisamente rigido, meno elastico di sempre e meno esplosivo del solito. Carreno Busta invece va del suo passo e sul 2 pari strappa la battuta a Nole salendo fino al 4-2. Qui un doppio fallo pemette al serbo di recuperare il break. Ma non è il miglior Djokovic della settimana. Sul 4 pari il serbo ha la palla per tenere la battuta, ma non riesce a tenere il game e così Carreno Busta fa il break e va a servire per chiudere il set. Lo spagnolo non demorde, si procura due set point consecutivi e gli basta il primo per portare a casa la frazione con la combinazione prima a uscire e dritto lungolinea in avanzamento. Per Nole è il primo set ceduto nel torneo. Nole ha evidenti problemi fisici, accentuati dall’impossibilita di eseguire lo smash. Nel terzo game del secondo set il serbo si salva da 15-40 e sale 2-1. Ma a pagare dazio è lo spagnolo che nel game seguente cede la battuta sotto i colpi sempre più profondi di Nole che ora va a servire avanti 3-1. Il serbo regge, tra mille difficoltà fisiche, e pareggia il conto dei set. Nel terzo set Nole schizza avanti un break, ma sul 3-1 lo deve restituire. Nel settimo game Carreno Busta ha la palla per fare un altro break, ma Nole regge. La qualità degli scambi ora è più elevata, i due giocano profondo e ci sono molti punti vincenti. Avanti 4-3, Nole spinge ancora più forte e Carreno Busta va nuovamente in affanno. Il dritto gli finisce lungo e Nole può servire per il terzo set sul 5-3. Con un ace, il primo del match, Nole vede la luce in fondo al tunnel. Ora è avanti due set a uno. Nel terzo game del quarto set Carreno Busta salva quattro palle break, poi nel quinto gioco lo spagnolo ri fa riprendere ancora ma tiene un game delicatissimo salendo 3-2. Djokovic va a sprazzi, alterna vincenti da favola a errori banali. Lo spagnolo però non ha il colpo del k.o. e neppure la costanza per mandare Djokovic nel baratro. Nel settimo game Nole risorge, fa il break, sale 4-3 e servizio; qui annulla due palle break, poi commette doppio fallo e poi annulla anche la terza. È un game interminabile che fa entrare la partita nella quarta ora di gioco. Nole urla tutta la rabbia che ha in corpo quando mette a segno il punto che lo porta sul 5-3. Nole gioca il suo miglior tennis e tiene l’ultimo game del match. Nella semifinale di venerdì Djokovic affronterà il greco Stefanos Tsitsipas; l’altra semifinale è tra Rafael Nadal e Diego Schwartzman.

Tsitsipas in semifinale

—  

Dopo Diego Schwartzman e Rafael Nadal, il terzo a qualificarsi per le semifinali del Roland Garros è il greco Stefanos Tsitsipas che ha superato in tre set il russo Andrey Rublev per 7-5 6-2 6-3 in un’ora e 55 minuti. È un braccio di ferro tra due portenti della natura, entrambi portati a picchiare la palla con coraggio, ma anche capaci di inventarsi pregevoli tocchi. Già dai primi game i due mostrano tutto l’arsenale a disposizione e la battaglia entra nel vivo già con le prime palle break annullate sia da Tsitsipas che da Rublev. Sul 2 pari Tsitsipas annaspa, va sotto 15-40 perché accetta troppo passivamente di rispondere colpo su colpo alle bordate del russo. C’è il break in favore di Rublev che poi conferma il vantaggio per il 4-2. Rublev serve meglio, risponde meglio e da fondo è più pericoloso; a Tsitsipas rimangono le sortite a rete e le improvvisate. Dopo 37 minuti Rublev va a servire per il set avanti 5-4. Ma accusa il momento, diventa frettoloso e commette due gratuiti dal fondo per lo 0-30. Altro errore di rovescio e 15-40. Smarrisce anche la prima e poi gli scappa il dritto per il contro break del 5 pari. Nel momento decisivo del set, la partita passa in mano a Tsitsipas che s’impossessa del primo set (7-5) e del match. Il divario tra i due si dilata ancora con un doppio break del greco che in scioltezza conquista anche la seconda frazione per 6-2. Rublev ha la fiducia sotto le scarpe e nel quarto gioco del terzo set capitola ancora una volta. Sotto 3-1, l’unica cosa che sa fare e provare a spaccare in due la racchetta. Rublev cancella un match point con una prima vincente sul 2-5, ma si arrende nel game successivo con Tsitsipas che chiude sul 40-0 con una comoda volée alta di dritto. Per Tsitsipas è la prima semifinale al Roland Garros, la seconda complessiva negli Slam dopo quella centrata all’Open d’Australia del 2019 e persa contro Nadal. Il suo avversario di venerdì sarà il vincente della sfida tra Novak Djokovic e Pablo Carreno Busta.

Fonte: gazzetta.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *