Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Rientro a scuola, al via domani nuovo anno scolastico. Cts: mascherina in aula o 1 m di distanza. Azzolina, responsabilità storica


Di Ilenia Culurgioni
Tweet

Dopo mesi di lockdown, di insicurezze, di timori, arriva il nuovo anno scolastico, certo non sarà un inizio come tutti gli altri. Sarà quello dell’era Covid, con misure igienico-sanitarie ferree, senza abbracci, ma con la consapevolezza che il Paese riparte davvero con la scuola.

Domani, con l’inizio dei corsi di recupero, ci sarà anche un primo test, in attesa dell’inizio delle lezioni quasi in ogni regione il 14 settembre. Alcune Regioni stanno infatti valutando il posticipo di dieci giorni rispetto al calendario deliberato. Oggi è arrivata l’ufficialità dall’Abruzzo: si inizierà il 24 settembre. Per giovedì si attende la decisione della Regione Campania e a giorni quella della Basilicata. In Puglia e Calabria si era già deciso di partire il 24 mentre in Sardegna si comincia il 22. Calendario 2020/21

Tutto dovrebbe essere quindi pronto per la ripartenza delle attività didattiche in presenza dopo quella svolta in remoto per diversi mesi che, nonostante le ‘bocciature’ arrivate da più parti soprattutto per i più piccoli, ha permesso di concludere l’anno scolastico.

La scuola è “priorità” del governo, ha di nuovo sottolineato il premier Giuseppe Conte, una “risorsa decisiva per l’Italia” per il presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Non tutti domani torneranno in presenza, ci saranno alcune scuole che svolgeranno ancora i corsi di recupero a distanza. E prima ancora dell’inizio del nuovo anno scolastico una scuola a Verbania è stata già chiusa per un caso Covid. L’istituto Lorenzo Cobianchi verrà riaperto dopo le operazioni di sanificazione, così come scritto dalla dirigente scolastica sul sito della scuola.

Come si rientrerà a scuola?

Oggi è arrivata l’indicazione definitiva del Comitato tecnico scientifico sull’uso della mascherina in aula: si potrà togliere al banco ma solo se viene garantito il metro di distanza. Non sarà possibile recarsi a scuola con una temperatura di 37,5 ° né con sintomi Covid. Vanno tuttavia rilevate alcune differenze nei protocolli di singole regioni o scuole. Lo speciale di Orizzonte Scuola con tutte le indicazioni

Accordo trasporti

Oggi è stato inoltre trovato l’accordo sui trasporti in Conferenza unificata: l’intesa riguarda una capienza massima dell’80% che può arrivare al 100% per distanze al di sotto dei 15 minuti. Ci sarà l’obbligo dell’utilizzo della mascherina e non si potrà salire in autobus con una temperatura superiore ai 37,5°. Anche in questo caso la temperatura corporea andrà misurata a casa. La salita degli alunni sullo scuolabus avverrà garantendo un distanziamento di almeno un  metro. “La conferenza Unificata termina quindi in modo positivo ed è per me motivo di profonda soddisfazione. Anche perché sono stato sempre convinto della possibilità di una proficua conclusione“, ha affermato il ministro per gli Affari regionali e le Autonomie, Francesco Boccia. “L’accordo è un altro tassello essenziale per la ripartenza della Scuola“, ha detto il presidente dell’Emilia-Romagna e della conferenza delle Regioni Stefano Bonaccini a proposito dell’accordo con il governo.

Azzolina: responsabilità storica grande

Quello che stiamo per vivere è un inizio davvero particolare: tutti Voi, Docenti, Dirigenti, Personale ATA, siete ben consapevoli del fatto che stiamo per scrivere, insieme, un capitolo nuovo e determinante nella storia della nostra scuola“, è l’inizio della lettera che la ministra Lucia Azzolina ha scritto alla vigilia del nuovo anno scolastico. “Abbiamo una responsabilità storica grande. Sarà un anno duro. Ma anche l’inizio di un percorso diverso“. E poi rassicura “Avremo le risorse dall’Europa con cui costruire la scuola di domani, a partire dagli insegnamenti di questi mesi“. Tra gli obiettivi da portare avanti dalla ministra resto quello dell’eliminazione delle classi pollaio.

Tweet

Pubblicato in Scuole


Argomenti: Inizio anno scolastico

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *