Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Renault Kangoo 3: dotazioni e novità

La terza generazione del popolarissimo MPV di Renault evidenzia un sostanziale aggiornamento estetico e numerose novità all’insegna della “usability” e del comfort per conducenti e passeggeri

Per celebrare i venticinque anni dal debutto sul mercato (1997), Renault Kangoo si appresta ad esordire nella nuova terza serie, sottoposta ad un generale “upgrade” che ha riguardato tanto l’impostazione stilistica quanto lo stile e le soluzioni di modularità degli interni, così come le dotazioni. In più – come è già stato anticipato – nei prossimi mesi arriverà la relativa configurazione 100% elettrica, chiamata anch’essa ad aggiornare le proposte “zero emission” della “Marque à Losanges”.

In Italia a luglio

La terza generazione dello “small van” di Renault, chiamato a sostituire la precedente serie in produzione dal 2008 e sottoposta ad un articolato restyling nel 2013, debutterà in commercio a giugno 2021: il suo arrivo in Italia è fissato per luglio. Nelle prossime settimane saranno dunque resi noti i dettagli relativi ai prezzi di vendita (i quali, è possibile ipotizzare, non dovrebbero discostarsi troppo dall’attuale listino, che parte da 21.860 euro). Due le configurazioni. Ecco, in sintesi, gli atout che caratterizzano Kangoo 3.

  • Consuete doti di elevata abitabilità e versatilità;
  • Più di 49 litri complessivi dai vani portaoggetti presenti a bordo, fra i quali si segnala un nuovo cassetto scorrevole “Easy Life”;
  • 775 litri di capienza del vano bagagli nel normale assetto di marcia, e fino a ben 3.500 litri in conformazione completamente piatta del pianale di carico;
  • Nuove barre portatutto, trasformabili senza l’ausilio di attrezzi;
  • Quattordici nuovi sistemi ADAS di serie.

Linee di produzione ammodernate

La produzione avviene nelle linee di montaggio di Maubeuge, sottoposte ad un programma di adeguamento – che ha richiesto un investimento nell’ordine di 450 milioni di euro – finalizzato all’adozione di una nuova linea di pressa “High Speed XXL” (progettata per i processi di imbutitura di componenti di più grande formato), 630 nuovi automatismi nel reparto Carrozzerie, nuovi robot applicativi ed una nuova linea di controllo qualità della verniciatura, un generale ammodernamento delle linee di montaggio con approvvigionamento delle parti staccate in “full-kitting” (ovvero tramite selezione e trasporto diretto dei componenti a bordo della catena stessa, in maniera automatica mediante l’ausilio di carrelli filoguidati). In più, nei pressi dello stabilimento di produzione è stata realizzata un’officina di assemblaggio batterie, per preparare il terreno al prossimo debutto della versione “zero emission” E-Tech, ed il procedimento di installazione delle batterie in linea è già stata integrata nelle fasi di produzione.

Le novità del corpo vettura

L’impostazione esteriore è stata arricchita con un nuovo disegno delle fiancate, un’inedita integrazione della finestratura laterale con gli inserti in nero lucido (compresi i gusci degli specchi retrovisori), numerosi dettagli a finitura cromata, i gruppi ottici Full Led fin dal primo livello di allestimento. Le tinte carrozzeria disponibili sono nove: Blu Terracotta come finizione-lancio, cui si aggiungono cinque colori metallizzati (Grigio Magnete, Nero Metal, Rosso Carminio, Grigio Cassiopea e, a breve, anche Blu Cavansite) e due colorazioni opache: Grigio Road e Bianco Minerale. La dotazione comprende gli alzacristalli elettrici anche posteriori, il sistema Isofix sui 2 sedili esterni della seconda fila e sul sedile del passeggero anteriore, lo specchietto di controllo verso i sedili posteriori (utile, ad esempio, per tenere d’occhio i bambini mentre si è alla guida del veicolo), e a richiesta un rivestimento interno in gomma. Fra le novità ci sono anche inedite barre portatutto (progettate per sopportare fino a 80 kg di carico) che senza l’ausilio di attrezzi possono essere modulate in senso longitudinale oppure in senso trasversale, semplicemente sganciandole.

I nuovi dettagli interni

L’ingresso a bordo di Renault Kangoo 3 è facilitato dall’ampio angolo di apertura delle porte anteriori (90°) e dall’adozione delle porte laterali scorrevoli da 615 mm di larghezza. Per offrire la più ampia modularità di impiego, il sedile del passeggero anteriore è ripiegabile: questa soluzione, unita alla panchetta posteriore ribaltabile e trasformabile in pianale piatto (gli schienali sono ovviamente frazionabili, lo schema è 1/3-2/3), consente di avere a disposizione 2,7 m di lunghezza utile a livello del piano di carico. Di seguito le principali misure interne relative alla zona posteriore dell’abitacolo.

  • Larghezza a livello spalle: 1,48 m;
  • Raggio alle ginocchia: 200 mm;
  • Altezza a filo del padiglione: 1,04 m.

Nuove finiture

Il disegno della plancia, aggiornato, evidenzia una fascia in tinta legno spazzolato ed alcuni inserti cromati (comandi del climatizzatore, bocchette di aerazione, anello della leva del cambio). Due le tipologie di strumentazione: con display digitale a colori da 4.2”, oppure (disponibile da fine 2021) con schermo digitale da 7” a colori personalizzabile e provvisto di configurazione “ad hoc” delle principali informazioni su velocità e numero di giri motore a seconda della modalità di guida selezionata (Normal o ECO). Il comfort a bordo è stato ulteriormente migliorato grazie ad un incremento dell’insonorizzazione a livello di cruscotto, porte e finestrini, 11% in più di spessore dei cristalli e maggiore copertura del motore.

Bagagliaio: ampio, come sempre

Il volume del vano bagagli è di 775 litri, nella configurazione a cinque posti; con la panchetta posteriore ribaltata ed il sedile del passeggero anteriore ripiegato, si ottengono 3.500 litri utili. Il ripiano posteriore può essere posizionato lungo lo schienale dei sedili della seconda fila per facilitare il carico fino al tetto, mentre una rete di ritenzione bagagli può assicurarli, a protezione degli occupanti. La lunghezza di carico è pari a 1,03 m dietro alla panchetta, a 1,88 m con la panchetta ribaltata e a 2,70 m con il sedile del passeggero anteriore ripiegato.

Tanti vani portaoggetti

In totale, Renault Kangoo 3 offre quasi 50 litri di spazio a disposizione per gli oggetti di uso comune e da tenere sempre a portata di mano:

  • Vano sottotetto con due maniglie integrate (19,4 litri);
  • Zona superiore della plancia (5 l);
  • Vaschette nei pannelli porta (2 da 2,7 l);
  • Consolle centrale (2,7 l);
  • Vano conducente (1,5 l);
  • Vano aperto sotto il freno a mano (1 l);
  • Piccolo vano portaoggetti lato guida (0,5 l);
  • Portabevande (2 da 0,75 l);
  • Vano per lo smartphone (0,2 l);
  • Vani portaoggetti nelle porte posteriori (2 da 0,6 l);
  • Tasche sullo schienale dei sedili anteriori (2 da 2 l).

Da segnalare la presenza del nuovo cassetto Renault Easy Life da 7 litri di capienza: una volta aperto, il cassetto scivola in fuori per essere facilmente visibile ed a portata di mano anche dal conducente. Lo stesso vano viene proposto anche in versione chiusa con sportellino. In più, la dotazione offre anche fino a sei prese Usb, quattro prese da 12V, il sistema Keyless Entry Renault ed il caricatore a induzione per i device portatili con supporto per smartphone orientabile da agganciare a sinistra o a destra del volante. Più avanti, l’equipaggiamento disporrà altresì del freno di stazionamento elettrico con funzione auto-hold.

Connettività Easy Link

Il modulo multimediale di Renault Kangoo 2021 si avvale della tecnologia Renault Easy Link, con display da 8”, interfaccia smartphone (compatibile con i sistemi Apple CarPlay ed Android Auto), navigatore, riconoscimento vocale, regolazioni dei sistemi di assistenza alla guida, impianto audio digitale DAB Radio Connect R&Go, connettività Bluetooth compatibile con la App R&Go per accedere alle funzionalità audio mediante il telefono.

Motorizzazioni che puntano sull’efficienza

Sotto al cofano, Renault Kangoo 3 viene equipaggiato con la gamma propulsori “new gen”, benzina e turbodiesel ed in possesso dell’omologazione Euro 6d-Full. Per l’ottimizzazione di consumi ed emissioni (i valori ufficiali per l’Italia saranno comunicati prossimamente), i tecnici Renault hanno adottato, oltre agli upgrade strutturali cui si è accennato qui sopra, anche una serie di accorgimenti a livello di tecnologie di alimentazione: dal sistema ECO Mode, azionabile dalla plancia (che, dichiara Renault, permette di ottenere un 12% in più di risparmio di carburante) alla spia “Grar Shift” che segnala al conducente quando è il momento ottimale per il cambio marcia, e generare così fino al 5% in più di ulteriore risparmio.

Benzina

  • Kangoo 1.3 TCe 130 CV, con cambio manuale a sei rapporti oppure automatico EDC a sette rapporti (disponibile a breve);
  • Kangoo 1.3 TCe 100 CV, con cambio manuale a sei rapporti.

Turbodiesel

  • Kangoo 1.5 Blue dCi 75 CV, con cambio manuale a sei rapporti;
  • Kangoo 1.5 Blue dCi 95 CV (più avanti anche dCi 115 CV), con cambio manuale a sei rapporti oppure automatico a sette rapporti.

Tutte le versioni sono state studiate per offrire intervalli di manutenzione ogni 30.000 km oppure ogni due anni (a seconda di quale delle due condizioni si verifichi prima).

Sistemi di ausilio attivo alla guida

Come avvenuto nella più recente produzione Renault, anche Kangoo 2021 fa “il pieno” di dispositivi di sicurezza attiva e ADAS di nuova generazione. In particolare, la dotazione si arricchisce di quattordici sistemi di serie.

  • Avviso distanza di sicurezza dal veicolo che precede e adattamento della velocità della vettura anche fino al suo completo arresto;
  • Regolatore e limitatore di velocità con assistenza alla frenata in discesa;
  • Cruise Control adattivo con funzione Stop&Go (disponibile successivamente);
  • Highway and Traffic Jam Companion (proposto esclusivamente nei modelli equipaggiati con trasmissione automatica EDC) abbinato al Cruise Control adattivo ed all’assistenza al mantenimento della corsia di marcia anche nelle curve;
  • Assistenza al parcheggio anteriore, attiva al di sotto di 10 km/h;
  • Easy Park Assist per facilitare le manovre nei parcheggi in parallelo, perpendicolari al senso di marcia oppure a spina di pesce;
  • Parking Camera con linee guida delle traiettorie visualizzabile nella schermata del sistema multimediale Easy Link oppure nell’area dello specchio retrovisore centrale elettro-fotocromatico;
  • Sistema attivo di mantenimento corsia, funzionale a velocità comprese fra 70 km/h e 180 km/h;
  • Sistema attivo di monitoraggio angoli ciechi, anch’esso funzionale fra 70 km/h e 180 km/h;
  • Frenata di emergenza attiva con riconoscimento ciclisti, altri veicoli e pedoni;
  • Riconoscimento della segnaletica stradale con avviso di superamento limiti di velocità;
  • Sistema di controllo attenzione del conducente, attivo oltre i 60 km/h;
  • Dispositivo “Trailer Swing Assist” di controllo stabilità del rimorchio, collegato all’ESC (controllo elettronico della stabilità);
  • Sistema di assistenza alla stabilizzazione in caso di vento contrario (disponibile più avanti), attivo oltre i 70 km/h ed anche in questo caso abbinato all’ESC.

Fonte: motori.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *