Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Reggio Emilia, due operai sospesi per aver mangiato scarti di mortadella: “Non abbiamo rubato nulla,…


“Chiedo solo di poter tornare a lavorare e di non essere punito per due fette di mortadella“. Due operai sono stati sospesi per aver preso e mangiato alcune fette del salume destinate allo scarto. L’episodio si è verificato a Reggio Emilia, in un’azienda del Gruppo Veronesi, cui sono riconducibili i gruppi Aia e Negroni.

Uno dei due operai, intervistato dal Resto del Carlino, ha dichiarato: “Abbiamo agito in buonafede, tutto alla luce del sole pur sapendo della presenza delle telecamere”. Dopo che sono spariti soldi e oggetti di valore dagli armadietti negli spogliatoi, l’azienda ha infatti deciso di installare alcune telecamere di sorveglianza che hanno ripreso i due operai mentre mangiavano “un pezzo di gnocco” farcito con il salume preso tra quelli destinati a essere scartati.

Si tratta di un atteggiamento che “è sempre stato tollerato in azienda, altrimenti dovrebbero sospendere tutti”, ha continuato l’operaio. Ora i due lavoratori rischiano il licenziamento e hanno impugnato le lettere di sospensione dal lavoro, chiedendo la riammissione. Il Gruppo Veronesi dovrà rendere nota la sua decisione entro quindici giorni. Nel frattempo, l’operaio si è difeso: “Non abbiamo rubato nulla, avevamo solo fame durante il turno dato che i distributori automatici di cibo non bastano per ottanta dipendenti e al pomeriggio sono già vuoti”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.

Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili

Articolo Precedente

Reddito di cittadinanza, in Italia la misura anti povertà ha dovuto anche rimediare all’assenza di ammortizzatori universali – L’analisi

next

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *