Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Razzia di motori dalle barche ormeggiate sul fiume

E’ successo in più occasioni nei giorni scorsi a Trezzo sull’Adda in località Lavatoio e Ristornati.

I predoni calano lungo il fiume e si portano via i motori delle barche ormeggiate. Il raid è avvenuto a Trezzo sull’Adda in più nottate e ha interessato le località Ristoranti (posta a Nord verso Cornate d’Adda) e Lavatoio (vicino alla centrale idroelettrica Taccani).

Razzia di motori dalle barche ormeggiate sul fiume a Trezzo sull’Adda

Pescatori sul piede di guerra dopo che una banda di predoni in più nottate ha colpito i natanti ormeggiati sul fiume Adda nelle località Ristoranti e Lavatoio. I ladri per portarsi via il loro bottino, i motori a elica delle imbarcazioni, non hanno esitato a danneggiare pesantemente le stesse imbarcazioni, aggiungendo quindi oltre al danno anche la beffa.

La gente dell’Adda chiede più sicurezza

Ogni anno pagano diligentemente una tassa di 150 euro per potere tenere la loro barca lungo il fiume, ma gli ormeggi ufficiali, tanto attesi e richiesti a oggi non sono mai arrivati. Ma non solo i pescatori chiedono alle istituzioni, Comune in primis, ma anche ai dirigenti del Parco Adda Nord, l’ente che tutela il territorio bagnato dal fiume di fare qualcosa per impedire che episodi come quelli avvenuti nei giorni scorsi possano verificarsi anche in futuro.

L’articolo completo sulla Gazzetta dell’Adda in edicola e nello sfogliabile online per smartphone, tablet e pc da sabato 9 ottobre 2021

Fonte: primalamartesana.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *