Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Quattro motori elettrici e 2000 cv per il SuperVan di Ford Industria Italiana

Il nuovo SuperVan realizzato da Ford

Ford continua a essere protagonista al Goodwood Festival of Speed 2022: dopo aver mostrato il “Very Gay Raptor”, la casa dell’Ovale Blu ha inaugurato il primo capitolo elettrificato della sua leggendaria serie di Supervan. Il nuovo SuperVan elettrico di Ford Pro è dotato di quattro motori elettrici, una batteria da 50 kWh raffreddata a liquido e un sistema di controllo su misura che producono circa 2.000 cv per un’accelerazione da 0 a 100 km/h inferiore ai 2 secondi. Le prestazioni di un telaio appositamente costruito e pronto per scendere in pista, con componenti del recente E-Transit Custom – la prima versione completamente elettrica del van più venduto in Europa – sono integrate con la tecnologia Sync di Ford che utilizza un touchscreen che si rifà alle vetture dell’Ovale Blu e che vanta funzionalità aggiuntive per controllare le capacità uniche del SuperVan elettrico.

La connettività avanzata tiene informato il conducente e consente la trasmissione di dati in tempo reale per la gestione remota del veicolo e l’ottimizzazione delle prestazioni, proprio come i servizi integrati in grado di accelerare la produttività di oltre 125.000 clienti Ford Pro in tutta Europa. Presenti a bordo anche modalità di guida selezionabili e la frenata rigenerativa, due caratteristiche già presente sui veicoli elettrici Ford di produzione. Il sorprendente veicolo dimostrativo completamente elettrico è stato sviluppato in segreto da Ford Performance e dagli specialisti di rally e corse elettrificate Stard in Austria, mentre il design degli esterni è stato curato dal team Ford Design di Colonia, in Germania.

«Con 2.000 cv di potenza All-Electric per un’emozione senza pari e uno stile inconfondibile, ispirato al nuovo E-Transit Custom, stiamo portando il SuperVan nel ventunesimo secolo. Le prestazioni non sono solo una questione di cavalli: la potenza di elaborazione del SuperVan elettrico consente agli ingegneri di utilizzare i dati del veicolo in tempo reale per ottimizzare le sue prestazioni, proprio come su un’auto da corsa high-performance», ha dichiarato Mark Rushbrook, global director di Ford Performance Motorsports.

Il primo SuperVan di Ford è stato svelato nel 1971 e presentava un motore centrale, proveniente dalla Ford Gt40 vincitrice a Le Mans, utilizzato per creare un Transit Mk. 1 diverso da tutti gli altri. La stessa formula fu ripresa e ulteriormente sviluppata per il SuperVan 2; una versione in fibra di vetro della carrozzeria del Transit Mk. 2 fu applicata alla monoscocca e al V8 Cosworth da 590 cv dell’auto da corsa C100 di Ford. Questo veicolo è poi rinato come Transit Mk. 3, versione aggiornata del SuperVan 3, alimentato da un motore Cosworth Hb da 650 cv condiviso con le auto di Formula 1 dell’epoca.

«Ford Pro si occupa di accelerare la produttività dei nostri clienti, per questo abbiamo pensato alla possibilità di creare un nuovo SuperVan elettrico che dimostri tutte le potenzialità dell’elettrificazione e della connettività», ha dichiarato Hans Schep, General Manager di Ford Pro Europa. «Questo incredibile veicolo dimostrativo porta l’ingegneria avanzata e l’aspetto distintivo di E-Transit Custom a un livello completamente nuovo ed è la prova tangibile delle potenzialità dell’ecosistema di servizi connessi di Ford Pro».

Il vincitore dei campionati di corsa ed esperto in guida elettrica, Romain Dumas, sarà al volante del SuperVan per un’adrenalinica gara sulla famosa salita “Hill Climb” di Goodwood.

«La possibilità di far parte della storia dell’iconico SuperVan e di reinventare il modello nel ventunesimo secolo è stata un’opportunità da sogno», ha dichiarato Amko Leenarts, design director di Ford Europa. «Il quarto “capitolo” della storia del SuperVan è stato progettato per essere il più veloce ed estremo, pur mantenendo il dna del Transit. Le proporzioni sono una versione più estrema di quelle sviluppate per l’E-Transit Custom e la barra luminosa anteriore crea un’espressione futuristica, rendendo il SuperVan elettrico la massima espressione del design Transit».

La costruzione di questo concept sportivo combina il pianale dell’E-Transit Custom con un telaio in acciaio e pannelli di carrozzeria in materiale composito leggero. La batteria da 50 kWh raffreddata a liquido è montata nella parte bassa del pianale, per una distribuzione ottimale del peso, può essere ricaricata completamente in circa 45 minuti utilizzando un caricatore rapido standard per veicoli elettrici. Il conducente può accedere alle informazioni sulla ricarica e sulla batteria tramite il touchscreen dell’abitacolo. Quattro motori elettrici erogano insieme circa 2.000 cv attraverso un sistema di trazione integrale, sufficienti a spingere l’incredibile van da 0 a 100 km/h in meno di due secondi e a renderlo ampiamente il SuperVan più veloce di sempre, oltre che il più green. Il contributo di Ford Performance e Stard al mondo del motorsport è immediatamente evidente: lo splitter anteriore, le minigonne laterali e il diffusore posteriore della carrozzeria, dalla forma estremamente scolpita, sarebbero ideali per un’auto da corsa, mentre gli intagli e la pinna dorsale del retrotreno dal design audace confluiscono nell’alettone posteriore per generare deportanza e garantire maggiore potenza e aderenza del SuperVan elettrico su pista. L’influenza delle corse continua sotto la pelle del SuperVan, con sospensioni a doppio braccio in ferro di lunghezza diseguale in ogni angolo. I sottotelai, i montanti e i freni anteriori e posteriori di tipo automobilistico garantiscono una capacità di frenata e di sterzata all’altezza dell’enorme velocità in rettilineo.

L’interno del SuperVan elettrico di Ford Pro comprende una gabbia di sicurezza completa e sedili da corsa conformi agli standard Fia per la sicurezza, oltre a un grande schermo touchscreen Sync, preso direttamente dai veicoli di produzione Ford come la Ford Mustang Mach-E 6, che controlla i sistemi avanzati di connettività e infotainment. All’occorrenza, il conducente può prendersi una pausa dalla guida, trovare un caricabatterie, connettersi al WiFi e fare chiamate, il tutto tramite lo schermo del Sync.

Fonte: industriaitaliana.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *