Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Quando a Luino rombavano i motori: il circuito motociclistico rivive in un libro


circuito Luino
I centauri d’epoca nella foto che fa da copertina al volume

LUINO – C’è stata un’epoca a Luino, tra gli anni ’20 e ’50 del XX secolo, in cui le strade cittadine facevano da sfondo ad appassionanti gare motociclistiche. Il circuito di Luino attirava i piloti più importanti, tra cui Ascari e Tenni. Un’epopea che ora rivive in un libro, intitolato “Quando a Luino rombavano i motori”, che porta la firma dello storico locale Giorgio Roncari. Domani sarà presentato a Cuvio.

Dalle origini al tramonto

Tutto ebbe inizio nel 1921 con la prima edizione di una cronoscalata da Luino ad Agra. Negli anni i percorsi vennero cambiati più volte, fino ad arrivare all’ultimo, adottato nel 1937, che toccava solo la città: dal viale del Carmine verso piazza Garibaldi, piazza Risorgimento, piazzale Stazione e il rondò al lago. Nel 1946 sul tracciato si cimentarono anche le auto, e le gare proseguirono fino al 1955, quando la corsa fu immortalata per la prima e ultima volta dalle telecamere della neonata Rai. Si trattò infatti dell’ultima edizione, in seguito ad un incidente tra due sidecar che provocò la morte di un motociclista. Un evento tragico che sancì la fine del circuito, ritenuto troppo pericoloso.

Grandi nomi a Luino

Nel libro firmato da Giorgio Roncari si può andare alla scoperta di un mondo così lontano dalle attuali competizioni motociclistiche. I primi centauri correvano con maglioni colorati di lana e con scarsi ripari, spesso solo un semplice casco di pelle, scarponcini e guanti. Non mancava però la sciarpa bianca: anche all’epoca all’eleganza non si rinunciava. Il circuito di Luino era conosciuto e frequentato da numerosi campioni, nomi come Achille Varzi, Alberto Ascari (che esordì proprio con le due ruote) e Omobono Tenni, idolo dei tifosi. Ma anche alcuni piloti locali seppero farsi onore, tanto da appassionare persino Piero Chiara.

circuito Luino

Dalle strade al lago

In seguito alla cancellazione della gara motociclistica le competizioni motoristiche a Luino si spostarono dalla strada al lago. Le moto lasciarono infatti spazio alle gare di motonautica, che continuarono fino agli anni ’70. Per l’autore del libro, appassionato di storia locale che ha alle spalle numerose pubblicazioni dedicate in particolare alla Valcuvia, non è stato facile andare alla ricerca di fonti e documenti dedicate al tema. «Ci sono voluti anni di ricerche sui quotidiani dell’epoca – spiega Giorgio Roncari – le difficoltà maggiori le ho avute nel trovare le date precise delle gare dato che non vennero disputate tutti gli anni». Il volume verrà presentato nelle prossime settimane in una serie di appuntamenti sul territorio: si parte domani, domenica 10 ottobre, alle ore 15 a Cuvio, in occasione della castagnata al parco comunale. Altre date sono in programma all’ex Colonia Elioterapica di Germignaga venerdì 15 ottobre alle 20.45 e quindi sabato 23 alle 16 a Gemonio.

Fonte: malpensa24.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *