Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Qualcomm, un nuovo processore Snapdragon 5G

Un processore mobile di fascia media, dedicato espressamente al gaming e alla connettività 5G, dotato di buone prestazioni ad un prezzo contenuto: Qualcomm, ormai un punto di riferimento nel mondo dei chipset per smartphone, descrive la sua nuova fatica (Snapdragon 750G 5G) in questi termini. 

Ci troviamo quindi alle prese con il successore del valido Snapdragon 730G, destinato ad ampliare la gamma di processori compatibili col 5G, che stanno facendo sempre più la loro comparsa anche sui dispositivi di fascia media dopo aver conquistato il pubblico degli smartphone top di gamma.

Snapdragon 750G 5G si presenta come una buona soluzione per i gamer che non rinunciano mai a partite online in mobilità, regalando sensazioni quanto più simili al multiplayer da PC o console offrendo una connessione mobile all’avanguardia, a cui si affianca anche la tecnologia mmWave (possibilità di connettersi alle onde millimetriche dello spettro 5G, per ottenere prestazioni massime durante lo streaming).

Le possibilità tecniche di Snapdragon 750G 5G sono già state rese note in via ufficiale da Qualcomm: notiamo la presenza di 8 core Kryo 570 in abbinamento all’unità grafica Adreno 619; il tutto “confezionato” con un processo produttivo a 8 nanometri, che pone il nuovo chipset qualche gradino sotto l’attuale top di gamma Snapdragon 865 ma si configura comunque come un’ottima scelta per un device di fascia medio-alta.

Per quanto riguarda l’asso nella manica del processore, ovvero le potenzialità della connessione 5G, il modem studiato da Qualcomm raggiunge la velocità massima (teorica) di circa 1,6 Gbps: un dato che potrebbe candidare gli smartphone che lo installeranno tra i modelli più richiesti dagli appassionati di streaming e multimedia.

Il nuovo Snapdragon sarà disponibile per i produttori a partire da fine 2020, per poi diffondersi gradualmente nel 2021 grazie all’adozione dai brand interessati: tra di essi figura anche Xiaomi, pronta ad equipaggiare i modelli della serie Redmi o Redmi Note con questa interessante (e performante) novità.

Fonte: lifestyleblog.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *