Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Pubblica amministrazione, in arrivo 11 mila assunzioni ai ministeri

Undicimila posti ai ministeri, tutti a tempo indeterminato. Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto che autorizza le pubbliche amministrazioni centrali ad avviare le procedure di reclutamento per assumere il personale mancante. Il grosso dell’infornata di assunzioni riguarda il Viminale e il ministero della Difesa. Quasi mille le assunzioni previste al ministero del Tesoro, mentre sono solo poco più di 80 quelle previste alla Giustizia.

Le tempistiche

Partono così la nuove assunzioni ordinarie che andranno ad aggiungersi a quelle programmate per il Piano nazionale di ripresa e resilienza. Per quanto riguarda le tempistiche, non saranno tutte uguali. Alcune assunzioni, infatti, avranno una corsia di precedenza in linea con le necessità dei ministeri (per coprire le uscite avvenute tra il 2018 e il 2020, anche a causa di Quota 100) e la modalità fast track introdotta dal governo Draghi.


I dettagli

Scendendo nel dettaglio, per il ministero dell’Interno servono 2.570 profili qualificati. Si tratta soprattutto di impiegati amministrativi da inquadrare nell’Area II e funzionari da inserire in Area III. Servono anche viceprefetti, consiglieri e dirigenti di seconda fascia. Al l ministero della Difesa andranno 2.430 assunzioni, di cui 1.946 assistenti tecnici. Al ministero del Tesoro spettano 885 nuovi posti che però in concreto saranno soprattutto promozioni. Centoventi assunzioni ordinarie a tempo indeterminato al ministero del Lavoro. Per il ministero della Giustizia 82 nuovi ingressi: 26 assunzioni al Dipartimento di giustizia minorile e 56 assunzioni per l’Ufficio centrale archivi notarili (di cui 20 residue dal 2020 e 36 residue dal 2021).

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *