Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Probabili formazioni Serie A della 35^ giornata: le news dai campi

Tutte le ultime direttamente dagli inviati di Sky Sport. Inter a Udine senza Bastoni e Calhanoglu. In porta recupera Handanovic. Milan con un dubbio sulla trequarti. Nella Juventus riecco Vlahovic e là dietro la ‘vecchia’ diga Bonucci-Chiellini. Samp e Genoa hanno quasi deciso tutto. Mourinho è senza “Miky”, Sarri senza Pedro. Italiano riflette su Torreira e Piatek

PROBABILI FORMAZIONI 35^ GIORNATA: I ‘CAMPETTI’

I recuperi di metà settimana non hanno cambiato “lo sceriffo” della Serie A. Il Milan guarda ancora tutti dall’alto e la sconfitta dell’Inter permette ai rossoneri, avanti in caso di arrivo a pari punti, di poter spendere anche un pareggio nelle ultime 5 giornate… di Milano. Il 34° turno però si focalizza anche sulla parte bassa della classifica. Il Genoa è atteso dal derby e la Samp non può certo dormire sonni traquilli. In più c’è la super Salernitana che sogna di tornare da Bergamo con altri 3 punti.

Il calendario è noto, le condizioni dei giocatori un po’ meno e i fantallenatori si focalizzano su queste ultime. La stagione (per tutti) volge al termine e ogni errore (di formazione) può costare il titolo o la coppa. Chiamiamo in causa quindi il nostro team di esperti: la squadra degli inviati di Sky Sport è già sul posto. Antenne dritte e chat aperte. Vediamo di inziare con le notizie. Via al giro dai ritiri

CAGLIARI-VERONA, sabato ore 15

Cagliari, tutti a disposizione di Mazzarri

Cagliari in ritiro per preparare al meglio la sfida contro il Verona. C’è da dimenticare in fretta la sconfitta di Genova e cercare di rimettere punti di distanza dal terzultimo posto. Lovato rientra dalla squalifica, Goldaniga è recuperato. Possibile quindi qualche cambio in difesa rispetto all’ultimo turno. In attacco invece sono sempre testa a testa Pavoletti e Keità con il secondo che potrebbe spuntarla ancora. In mediana invece ci sono Baselli e Nandez che scalpitano ma quasi certamente Mazzarri inizierà con la ‘solita’ linea che prevede il trio Deiola, Marin e Grassi come interni di centrocampo

Verona, un solo piccolo dubbio là dietro

Potremmo azzardare alla conferma in blocco dell’XI titolare che oramai cambia davvero davvero poco in quel di Verona. Chi si occupa di probabili formazioni, quella del Verona è stampata bene nella memoria e si recita con facilità: Montipò, Ceccherini, Gunte, Casale…aspettate fermi! Nelle ultime sfide, Gunter è stato cambiato un paio di volte all’intervallo. Da qui a pensarlo inizialmente in panchina ce ne passa ma è un indizio che non va sottovalutato. Sutalo nel caso sarebbe il sostituto. Per il resto poche chance per Hongla e Veloso. Dietro a Simeone, indovinate chi ci sarà…Barak e Caprari, of course

NAPOLI-SASSUOLO, sabato ore 15

Napoli, avanti con Mertens trequartista

La sconfitta contro l’Empoli è ancora viva nella mente di giocatori e tifosi ma è un Napoli che deve risorgere al più presto. Spalletti proporrà di nuovo Mertens come trequartista centrale alle spalle di Osimhen e con Lozano e Insigne a completamento del pacchetto. In porta riecco Ospina. Zanoli e Mario Rui agiranno sulle corsie esterne. Elmas non è ancora pienamente recuperato anche se giovedì ha lavorato un po’

Sassuolo, Traoré resta a casa

La notizia in vista di Napoli è l’assenza di Traoré. Dionisi ha spiegato che non ci sono problemi fisici ma che avrà un giro di riposo. Due le alternative: Djuricic oppure un difensore ‘alto’. Frattesi e Lopez agiranno da diga come al solito. In difesa c’è Kyriakopoulos squalificato e allora toccherà a Rogerio occuparsi della fascia sinistra. In mezzo 3 nomi per due posti. Ayahn pare essere in leggero svantaggio ma la situazione è in divenire

SAMPDORIA-GENOA, sabato ore 18

Sampdoria, conferme in vista per il 4-5-1

La tipologia di formazione vista contro il Verona dovrebbe essere confermata anche in vista della sfida più importante: il derby. Giampaolo va con Caputo unica punta e con un centrocampo molto folto. Rincon è squalificato e quindi niente Genoa per lui. Vieira invece viaggia verso la conferma in mediana con Thorsby e probabilmente Sensi. In difesa invece Augello e Murru si giocano un posto sulla corsia sinistra. Qualche chance di titolarità anche per Yoshida che però deve recuperare posizioni nella gerarchia dei centrali di difesa

Genoa, Criscito in pole?

Blessin spera di recuperare un paio di elementi dall’infermeria ma il grosso del suo XI titolare anti Sampdoria dovrebbe già essere deciso. Resta qualche piccolo dubbio come ad esempio l’impiego di Criscito dal primo minuto. In difesa al momento c’è Frendrup a destra con Vasquez ancora in leggero vantaggio sull’altro versante. Nel trio dietro a Ekuban ci sarà spazio anche per Melegoni. Imprescindibile al momento la coppia davanti alla difesa: giocano Sturaro e Badelj

SPEZIA-LAZIO, sabato ore 20:45

Spezia, riecco Maggiore

Era stato il grande assente nella sfida di settimana scorsa ma contro la Lazio ritornerà nel suo consueto posto in mediana. Parliamo ovviamente di Giulio Maggiore che Motta recupera e schiera dall’inizio. Dietro è squalificato Erlic con Hristov in pole. Kovalenko potrebbe perdere il ballottaggio con Bastoni mentre là davanti si viaggia verso un trio formato da Gyasi, Manaj e Verde con quest’ultimo che si deve difendere dall’attacco di Agudelo

Lazio, Pedro ancora ai box

Il problema al polpaccio non pare risolto e quindi Sarri dovrà ancora inserire Pedro nella lista degli indisponibili. Attacco biancoceleste che vedrà quindi ancora Felipe Anderson e Zaccagni ai lati di Immobile. In difesa ci saranno Lazzari e Marusic sulle corsie esterne. In mediana Basic e Cataldi sperano in una promozione ma per il momento restano in pole sia Luis Laberto che Lucas Leiva

JUVENTUS-VENEZIA, domenica ore 12:30

Juventus, Vlahovic ritorna titolare

Dopo il parziale riposo contro il Sassuolo, Allegri è pronto a riproporre dal primo minuto il suo cannoniere. Dusan Vlahovic guiderà il reparto offensivo bianconero. Sulla fascia destra tocca a Danilo dati gli infortuni di Cuadrado e De Sciglio. In mezzo può invece tornare la coppia Bonucci-Chiellini. Bernardeschi sarà uno dei tre incursori alle spalle di Vlahovic. A completare il pacchetto ci saranno Dybala e Morata

Venezia, quanto cambierà Soncin?

Nuovo allenatore uguale nuovi dubbi fantacalcistici. L’esonero di Zanetti, con squadra affidata a Soncin, potrebbe portare a una piccola rivoluzione oppure il nuovo tecnico potrebbe proseguire sulla falsa riga delle ultime formazioni viste. Di sicuro qualche rotazione ci sarà: a sinistra Haps rientra dalla squalifica. A centrocampo ci sono tantissimi candidati, a partire dal recuperato Vacca ma i vari Busio, Tessman e Crnigoj non hanno alzato bandiera bianca. Non sarebbe così una sorpresa vedere un centrocampo più fitto magar rinunciando a un attaccante puro. Al momento il nuovo tecnico ha provato varie soluzioni in allenamento ma probabile un 4-3-3 con Aramu, Henry e Okereke là davanti

EMPOLI-TORINO, domenica ore 15

Empoli, duello a centrocampo

Qualche dubbio in più rispetto al solito per Aurelio Andreazzoli. Contro il Torino assenza certa sarà quella dello squalificato Bandinelli. Il terzo nome in mediana, Zurkowski e Asllani restano infatti titolari, uscirà dal ballottaggio tra Verre e Benassi. I due sono testa a testa e gli scenari possono cambiare dall’oggi al domani. In difesa Cacace prova a spodestare Parisi mentre in attacco resta ancora da decidere se affiancare Henderson a Bajrami o puntare su Di Francesco. Fermo restando che l’opzione La Mantia non è mai da escludere a priori

Torino, due cambi rispetto allo show di Bergamo

Juric darà continuità a Milinkovic-Savic in porta. Tanti fantallenatori tra VMS e Berisha ci avevano capito relativamente poco quanto a titolarità tra i pali. Al momento però c’è Milinkovic-Savic ancora favorito. In difesa invece Rodriguez dovrebbe lasciare il posto a Buongiorno. Mandragora sta meglio, Belotti era già in panchina a Bergamo ma entrambi dovranno probabilmente aspettare ancora. Ricci e Lukic confermati in mezzo mentre Sanabria sarà il terminale di riferimeto. Pjaca non è messo benissimo: con Praet è pronto Brekalo

MILAN-FIORENTINA, domenica ore 15

Milan, Bennacer stringe i denti. Krunic insidia Brahim

Sprint finale per il Milan di Pioli che avrà bisogno di tutta la rosa pronta a tirare la volata sul traguardo di questo incredibile campionato. Buone nuove da Milanello sul fronte Bennacer. Il giocatore a inizio settimana si è sempre allenato a parte ma con il pallone e conta di essere a disposizione per domenica pomeriggio. Al momento Kessié è favorito per un posto di fianco a Tonali e quindi sulla trequarti c’è un concorrente in meno. Brahim Diaz però non può dormire sonni tranquilli dato che Krunic lo insidia da vicino. Davanti invece Giroud è titolare ma Ibra conta di avere minutaggio a gara in corso

Fiorentina, l’ex Piatek scalpita

Allenamento del giovedì annullato da Italiano e quindi niente prove tecniche anti Milan per il mister Viola. Davanti c’è il duello tra Cabral e Piatek, grande ex di turno. Il pesante ko contro l’Udinese ha tolto certezze e quindi a Milano potremmo vedere qualcosa di diverso: Torreira in mediana resta favorito ma la sua titolarità non è certa. Possibile che Italiani rifletta anche sul possibile impiego di Amrabat. Un altro ex è tornato disponibile, si tratta di Bonaventura che però ad oggi è da considerarsi iniziale panchinaro

UDINESE-INTER, domenica ore 18

Udinese, c’è da cambiare Makengo

Reduce dal rotondo successo in quel di Firenze, l’Udinese riceve l’Inter di Inzaghi tra conferme (molte) e cambi (obbligati). C’è infatti sa sostituire lo squalificato Makengo, pedina fondamentale del centrocampo bianconero. Buon per Cioffi che Roberto Pereyra sia nuovamente arruolabile come titolare. Arslan e Walace sono invece conferemati. In difesa spazio a Perez con Nuytinck dalla panchina mentre in attacco toccherà nuovamente a Success

Inter, niente trasferta per Bastoni e Calha

Uno è infortunato e l’altro è stato fermato dal giudice sportivo. In più c’è da verificare Handanovic che però viaggia verso il recupero e il posto dal primo minuto in mezzo ai pali. Inzaghi a Udine sarà sicuramente privo di Bastoni e Calhanoglu. In difesa ballottaggio apertissimo tra D’Ambrosio e Dimarco, in mezzo il vice Calha sarà con tutta probabilità Vidal mentre in attacco sono in pole Dzeko e Lautaro Martinez

ROMA-BOLOGNA, domenica ore 20:45

Roma, la Coppa non restituisce “Miky”

L’1-1 contro il Leicester fa ben sperare in vista del ritorno ma il viaggio in Inghilterra è stato sfortunato per Mkhitaryan che ha dovuto lasciare anzitempo il terreno di gioco. Mourinho deve chiaramente verificare i suoi dopo la Conference League ma l’idea di base potrebbe prevedere ancora Abraham e Zaniolo come coppia d’attacco titolare. In difesa c’è Kumbulla pronto all’occorrenza mentre in mediana dovrebbe toccare a Veretout.

Bologna, squadra che vince si cambia?

Il successo sull’Inter di metà settimana si è inserito in un filotto pazzesco: Bologna imbattuto nel girone di ritorno contro Milan, Juve e, appunto, Inter. Non in molto possono vantare questo curriculum. A Casteldebole c’è chiaramente da verificare il livello di stanchezza di qualche elemento ma la vittoria, si sa, restituisce forza e vigore fin da subito. Per la gara contro la Roma l’idea è la conferma in blocco dell’XI visto mercoledì. Dominguez e Aebischer sono entrati in campo dopo un’ora circa ed è possibile quindi che uno dei due possa (occhio al primo) dare il cambio a Soriano o Svanberg. Sansone invece, nonostante i +3 delle ultime giornate, dovrà partire nuovamente dalla panchina

ATALANTA-SALERNITANA, lunedì ore 20:45

Atalanta, riflessioni in quasi tutti i reparti

La certezza di Gasperini pare per ora essere solo l’attacco, Muriel è reduce da una prova incredibile anche a livello fantacalcio (due gol e due assist…) e a meno di stanchezza eccessiva, il piccolo Ronaldo farà coppia di nuovo con Zapata. Sulla trequarti si candida Malinkovskyi. In difesa rischia Scalvini mentre in mediana Freuler, fresco di autogol mercoledì, spera di conservare il posto anche se Gasp pensa di rispolverare Koopmeiners

Salernitana, Bonazzoli favorito

Il tabellino dei marcatori della sfida contro la Fiorentina dovrebbe scendere in campo dal primo minuto in quel di Bergamo. Se settimana scorsa la rete decisiva di Bonazzoli era arrivata dalla panchina, lunedì il bomber di Manerbio, salvo sorprese, affiancherà Djuric. Verdi infatti non è al meglio mentre Ribery resta un’opzione per sparigliare ma solo a gara in corso. Radovanovic non è ancora pienamente recuperato mentre Mousset sì. A sinistra ballottaggio aperto tra Zortea e Ruggeri

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *