Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Probabili formazioni Serie A della 23^ giornata: ultime news dai campi

Tutte le ultime sulle probabili formazioni direttamente dagli inviati di Sky Sport. Per il derby di Milano Conte ritrova Vidal che si è allenato con il gruppo. Nel Milan si ferma Bennacer, chance per Tonali. Simone Inzaghi ne perde 3 in un colpo e la Roma torna incerottata da Braga. Nell’Atalanta Maehle ancora in dubbio

HIGHLIGHTS: FIORENTINA-SPEZIA 3-0 – CAGLIARI-TORINO 0-1

PROBABILI FORMAZIONI 23^GIORNATA

Altro giro e altro circoletto rosso sul calendario di tifosi e appassionati. C’è prima contro seconda. In una parola:derby. Champions ed Europa League hanno regalato emozioni, delusioni ma soprattutto infortuni e acciacchi. C’è da fare il punto della situazione.

In soccorso, come sempre, arriva la squadra degli inviati di Sky Sport. I nostri ‘infiltrati’ hanno già raccolto un bel po’ di informazioni con i vari fantallenatori che ringraziano sentitamente. Per qualcuno ci sarà da aspettare fino all’ultimo. In altri casi, ballottaggi risolti e decisioni prese. Ecco quindi la nostra consueta panoramica dai vari ritiri di Serie A

LAZIO-SAMPDORIA, sabato ore 15

Lazio, Radu operato

Tre assenze certe in casa Lazio. Simone Inzaghi non avrà a disposizione Lazzari e Hoedt, entrambi squalificati, ma anche Radu che giovedì mattina si è sottoposto ad intervento per ernia inguinale. In difesa quindi ci sono un po’ di problemi: tra le soluzioni c’è anche quella di Parolo centrale anche se Inzaghi pare orientato a schierare Patric e Musacchio ai lati di Acerbi. A destra Marusic; dall’altra parte ci sarà sicuramene un ritorno, o quello di Lulic o quello di Fares. In mediana Leiva favorito su Escalante.

Sampdoria, Thorsby ce la fa

Claudio Ranieri avrà tutta la rosa a disposizione per la gara contro la Lazio. Nelle ultime uscite ha cambiato molto e all’Olimpico non è escluso che possa presentarsi con una soluzione più offensiva del solito, optando per un 4-3-1-2 che potrebbe anche trasformarsi in 3-4-1-2 alzando Augello. Quagliarella dopo il gol vittoria contro la Fiorentina è in pole position per affiancare Keita in attacco. Thorsby in settimana aveva svolto lavoro personalizzato dopo la botta al naso ma è recuperato e sarà a centrocampo affiancato da Candreva ed Ekdal. Dietro le punte fiducia a Gaston Ramirez.

GENOA-VERONA, sabato ore 18

Genoa, Criscito c’è. Torna Badelj

Non è corta la lista dei giocatori indisponibili: Cassata, Zima, Paleari, Zapata, Dumbravanu, Eyango, Caso. Ma Ballardini recupera Criscito e a centrocampo ritrova Badelj di rientro dalla squalifica. In attacco si candida anche il ristabilito Shomurodov ma Pandev è favorito per far coppia con Destro.

Verona, due nuovi assenti e uno squalificato

Non c’è pace per Ivan Juric. Ogni settimana a Verona si ferma qualcuno. Contro il Genoa mancheranno, oltre allo squalificato Dimarco, anche Colley e Dawidowicz. C’è di buono il ritorno di Zaccagni e Faraoni dopo il turno di stop imposto loro dal giudice sportivo. Recuperati anche Veloso, Favilli e Benassi. Dietro può essere confermato Cetin.

SASSUOLO-BOLOGNA, sabato ore 20:45

Sassuolo, cambiano entrambi i centrali?

Dalla coppia Marlon-Peluso a quella Chiriches-Ferrari. Non è escluso che De Zerbi possa ‘rivoluzionare’ la propria difesa: Ferrari rientra dalla squalifica mentre Chiriches è sulla via del completo recupero anche se Marlon resta in vantaggio. Magnanelli mira alla conferma al fianco di Locatelli mentre Maxime Lopez potrebbe lasciar posto a Traorè. Tornando alla difesa, Rogerio è seriamente insidiato da Kyriakopoulos

Bologna, Orsolini in vantaggio. Occhio ai diffidati

Quello di quelli ‘a rischio giallo’ non è mai stato un problema per Sinisa Mihajlovic ma il suo Bologna ha tre giocatori chiave sotto diffida: Danilo, Tomiyasu e Schouten, in caso di ammonizione, sarebbero squalificati. Al momento tutti e 3 sono nell’XI titolare ma non è escluso un piccolissimo turnover. In mediana c’è il ritorno di Svanberg mentre l’altra novità di formazione dovrebbe riguardare Orsolini che è in vantaggio su Skov Olsen: ricordiamo che il danese arriva da due gare da titolare consecutive

PARMA-UDINESE, domenica ore 12:30

Parma, D’Aversa ritrova Hernani e Busi

Se un allenatore perde i pezzi non è mai buona cosa ma se è l’infermeria a perdere presenze, beh allora è tutta un’altra storia. In casa Parma c’è da registrare il rientro in gruppo di Hernani e Busi. Il primo potrebbe anche avere qualche possibiità di affiancare gli inamovibili Kurtic e Kucka ma c’è anche l’opzione Brugman. Man, Iacoponi e Zirkzee provano a conquistare una maglia da titolari ma forse solo il terzo ha qualche reale chance

Udinese, Pereyra recuperato. Fastidio al ginocchio per Deulofeu

Una buona notizia e una meno per Gotti: il Tucu Pereyra è recuperato, ma Deulofeu accusa un fastidio al ginocchio. In avanti Okaka è in rampa di lancio, Llorente per ora non ha ancora inciso a dovere e l’azzurro punta a riprendere posto nell’XI titolare.

MILAN-INTER, domenica ore 15

Milan, ricaduta per Bennacer. Pronto Tonali

Pioli ritrova Calabria sulla destra. Il terzino ha scontato il turno di squalifica e si riprenderà una maglia da titolare. Kessiè, dopo il riposo in Europa League sarà in mediana mentre per Bennacer c’è da capire bene l’entità del suo infortunio: scalda i motori Tonali. Ibra naturalmente sarà il terminale offensivo ma alle sue spalle ci sono svariate soluzioni ma tutto porta a pensare che l’unica questione da risolvere sia scegliere tra Leao e Rebic. Ad oggi c’è il primo in vantaggio

Inter, Vidal si è allenato in gruppo. Sensi affaticato

Da dopo il suo infortunio, Stefano Sensi aveva giocato al massimo 45 minuti nell’Inter di Conte. Il problema che ha accusato il centrocampista azzurro potrebbe fargli saltare il derby ma visto il recente passato (75 minuti totali nel 2021 in A) non dovrebbe sconvolgere i piani di Conte. Tantissime conferme in vista della sfida contro il Milan a partire anche da quella di Eriksen. Vidal sta lavorando per essere a disposizione e le sensazioni sono ottime in questo senso ma il danese potrebbe anche restare in formazione per scelta e non per assenza (del rivale). Tra i pochissimi dubbi di Conte c’è sicuramente quello in fascia sinistra con Young e Perisic in lotta.

ATALANTA-NAPOLI, domenica ore 18

Atalanta, il piede di Maehle tiene Gasp sulle spine

Con il rientro di Toloi dalla squalifica l’unico assente contro i Napoli sarà Hateboer. Ma resta da monitorare Maehle che ha ricevuto un colpo al piede già infortunato. Dunque Sutalo pronto a sostituirlo. In mediana c’è Pessina al fianco di De Roon. Davanti è ballottaggio tra colombiani con Muriel che spera di partire dall’inizio. Dubbio anche sulla trequarti con Malinovskyi al momento in vantaggio su Miranchuk.

Napoli, Politano dovrebbe farcela. KK guarito

Poche opzioni e tanti ‘obblighi’ di formazione. Così il Napoli si presenterà a Bergamo. Gattuso ritrova Koulibaly e Ghoulam che si sono negativizzati, i due difensori si accomoderanno in panchina. Zielinski e Bakayoko potrebbero essere le due modifiche rispetto all’XI visto in Europa League. Politano ci prova, Demme resta da monitorare: il suo problema muscolare potrebbe costargli il forfait. Centrali difensivi saranno Maksimovic e Rrahmani. Chance di titolarità per Elmas e Fabian Ruiz. Davanti ci sarà Osimhen.

BENEVENTO-ROMA, domenica ore 20:45

Benevento, Barba recupera

C’è il solo Letizia nella lista degli indisponibili di Pippo Inzaghi. Tra gente che rientra dal turno di squalifica, recuperi fisici e crescita di condizione, il tecnico giallorosso può essere molto soddisfatto. C’è ancora però da pensare all’XI titolare: in difesa c’è sempre ballottaggio tra Tuia e Caldirola con il primo favorito. Ionita rientra dalla squalifica e dovrebbe affiancare Caprari a supporto dell’unica punta Lapadula. A centrocampo Hetemaj con Schiattarella e Viola.

Roma, si fermano (anche) Ibanez e Cristante

Il 2-0 in terra portoghese ha fatto bene al morale e al percorso in Coppa ma da Braga la Roma è rientrata con due infortunati in più. In un settore già falcidiato dalle assenze di Smalling e Kumbulla, Fonseca rischia seriamente di ritrovarsi senza Ibanez e Cristante. Emergenza difensiva massima quindi. A Braga le ‘toppe’ erano state messe da Bruno Peres e da un Karsdorp arretrato. Difficile vedere altre grosse novità nella formazione di partenza. Davanti favorito Borja Mayoral

JUVENTUS-CROTONE, lunedì ore 20:45

Juventus, uomini contati per Andrea Pirlo

Gli esami di Chiellini non hanno riscontrato lesioni ma per il centrale bianconero niente Crotone. A fargli ‘compagnia’ nella lista degli indisponibili ci sono tanti altri elementi della rosa. De Ligt è stato colpito dai crampi in Champions e lunedì sarà regolarmente al centro della difesa. Rabiot è squalificato e Bentancur e Morata non sono al meglio. Formazione quindi quasi obbligata con McKennie in mezzo e Bernardeschi favorito a sinistra. Davanti dovremmo rivedere Kulusevski, mentre tra i pali dovrebbe essere il turno di Buffon.

Crotone, possibile difesa a quattro

Stroppa potrebbe cambiare assetto, rinunciando a Pedro Pereira e Reca, noti per le loro doti di spinta per le fasce, optando per un 4-3-1-2 più oculato. Davanti a Cordaz la linea difensiva potrebbe essere composta da Djidji, Marrone, Golemic e Luperto. A centrocampo Petriccione, Zanellato e Vulic sono abbastanza sicuri del posto, mentre alle spalle di Ounas e Di Carmine ci aspettiamo di vedere Messias, libero di sprigionare la sua vena offensiva in un ruolo che premia il suo estro.

sport.sky.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *