Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Previsioni Meteo, attenzione a 31 maggio e 1 giugno: crollo termico e forte maltempo sull’Italia


Abbiamo già evidenziato in un nostro recente editoriale, una possibile tendenza a circolazione fresca per fine mese. I dati ultimissimi del modello europeo confermano questa ipotesi, con previsioni meteo per azione fresca continentale in intensificazione proprio verso l’ultimo giorno di maggio anzi con estensione, secondo i dati serali, anche verso il 1 giugno. Tra le varie ipotesi deducibili dalle simulazioni ensemble del modello di Reading, ne emerge una in particolare che potrebbe essere abbastanza intrigante per le sorti del tempo sull’Italia. A partire dal fine settimana prossimo, infatti, potrebbe progressivamente aprirsi un varco depressionario tra la Russia europea, l’Est Europa e il Mediterraneo centrale con insorgenza di correnti fresche continentali e instabilità che andrebbe intensificandosi, dapprima soltanto sui settori alpini e magari localmente su qualche pianura a essi più prossima poi, tra lunedì 31 e martedì 1 giugno, instabilità in estensione a buona parte del paese.

Dalla lettura delle anomalie bariche emerge, infatti,  una previsione meteo per possibile avvento verso i settori centrali del nostro bacino di un nucleo vorticoso in quota proveniente dall’Est Europa e in approfondimento tra l’Adriatico, le regioni dell’ex Jugoslavia e poi i nostri settori centro-meridionali, come rappresentato nell’immagine barica in evidenza. Se effettivamente dovesse compiersi questa manovra, le piogge andrebbero via via estendendosi dal Nord verso il Centro e poi anche al Sud, entro il 1 giugno. Si tratterebbe di un’azione instabile che potrebbe portare rovesci e temporali diffusi soprattutto su Alpi e Prealpi, su Ovest Piemonte, sui settori centro-occidentali del Nord e poi lungo tutto l’Appennino centrale, in maniera più irregolare, ma anche qui abbastanza diffusa, verso l’Appennino meridionale, anche il basso Tirreno, la Campania, il Centro Nord della Puglia e il Nord della Lucania. Insomma, prospettive per opportunità di piogge anche verso quella parte d’Italia, segnatamente centro-meridionale, che da molti giorni sta vedendo una fase di siccità. Naturalmente, data la componente circolatoria di matrice settentrionale, il contesto termico sarebbe in un ulteriore calo con valori decisamente sotto la media un po’ su tutto il paese. La redazione di MeteoWeb continuerà a monitorare questo possibile cambio di circolazione tra fine mese e inizio giugno, apportando quotidiani aggiornamenti.

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *