Viva Italia

Informazione libera e indipendente

“Presto ripartiremo. Con le Vecchie Glorie”

Davide Ceregatti ha 48 anni, con lo sport ha sempre avuto un rapporto positivo. In gioventù è stato mezzofondista di caratura nazionale e da un anno e mezzo tra le deleghe accumulate da assessore del Comune di Gaiba non poteva mancare quella allo sport. “Mi sono sempre occupato di sport – spiega Ceregatti – sia a livello agonistico, sia quando ho dovuto cimentarmi con il settore amatoriale e anche in qualità di organizzatore di eventi a scopo benefico. L’attività sportiva è sempre stata presente nella mia vita e quindi nel momento di scegliere le deleghe per lo sport non ho avuto…

Davide Ceregatti ha 48 anni, con lo sport ha sempre avuto un rapporto positivo. In gioventù è stato mezzofondista di caratura nazionale e da un anno e mezzo tra le deleghe accumulate da assessore del Comune di Gaiba non poteva mancare quella allo sport. “Mi sono sempre occupato di sport – spiega Ceregatti – sia a livello agonistico, sia quando ho dovuto cimentarmi con il settore amatoriale e anche in qualità di organizzatore di eventi a scopo benefico. L’attività sportiva è sempre stata presente nella mia vita e quindi nel momento di scegliere le deleghe per lo sport non ho avuto nessun dubbio. Gaiba è un piccolo centro ma questo non ha mai precluso nessun tipo di obiettivo e, in questo spazio, ho trovato davvero tante idee e tanto impegno”. Gaiba ormai per gli appassionati di tennis è ‘Gaibledon’, una realtà che tra l’altro è stata promosso, agli albori, proprio dall’attuale sindaco, Nicola Zanca. “Ed è stata evidentemente un’idea illuminata e illuminante – riprende l’assessore –. Da allora di passi in avanti ne sono stati fatti tanti, il gruppo di volontari è cresciuto in numero e qualità e oggi possiamo dire che l’attività del tennis club, sotto il profilo strettamente sportivo, è di gran lunga la più importante del paese. Adesso ci auguriamo tutti che la situazione ci permetta di aprire le porte ai tornei 2021 e in questo senso, dovesse andare tutto bene, ne trarrà giovamento Gaiba intera e anche il territorio polesano”. Per il resto invece il Covid è stato elemento particolarmente negativo. “Non è stato possibile – sottolinea con grande amarezza – organizzare niente ma siamo fiduciosi per il prossimo anno. La campagna vaccinale, anche se sta procedendo a rilento, è iniziata ed era la condizione principale per poter cominciare a guarda al futuro con un po’ di ottimismo. Magari riusciremo a organizzare alcune gare di calcio benefiche, pescando tra le Vecchie Glorie del Gaiba e alcuni nomi illustri del calcio di qualche anno fa vicini alla Fondazione che presiedo con Stefano Carobbi. Purtroppo, anche in questo periodo, siamo in posizione d’attesa – sono le sue considerazioni –. Adesso vediamo come si svilupperà la situazione e poi, con molta ma molta cautela, prenderemo qualche decisione per organizzare gli eventi e le manifestazioni future”. Anche in questo caso bilancio e progetti che devono fare i conti con la pandemia. “Non è stato facile, un anno e mezzo fa non avremmo mai pensato di doverci confrontare con la peggiore pandemia del secolo – conclude il titolare della delega allo sport del Comune–. Ci siamo impegnati, potevamo fare meglio ma di obiettivi ne abbiamo comunque raggiunti. C’è bisogno solo di un po’ di normalità e i risultati non potranno non arrivare, a partire da quel torneo di tennis che a Gaiba, e non solo, stiamo aspettando da mesi. Una vetrina della nostra cittadina ed anche di tutto il Polesine che sta riscoprendo con sempre maggior forza la passione per questo sport”.

Sandro Partesani

Fonte: ilrestodelcarlino.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *