Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Presidente Biden fissa rigidi limiti consumi motori termici – Norme e Istituzioni

L’amministrazione Biden ha annunciato che per combattere il cambiamento climatico a partire dal 2023 le auto vendute negli Stati Uniti dovranno consumare molto meno rispetto a quelle attualmente sul mercato. Secondo quanto riferisce l’agenzia AFP il provvedimento dovrebbe consentire di invertire l’allentamento delle regole operato sotto la presidenza Trump, e tornare così, tra due anni, agli standard che erano stati decisi sotto l’amministrazione di Barack Obama.
    Con questi nuovi limiti di consumo, le auto – suv e pick-up inclusi – dotati di motori termici dovranno essere in grado di percorrere 55 miglia a velocità continua con un gallone di carburante (corrispondenti 23,4 km per litro) o 40 miglia (17,0 km/litro) in condizioni di traffico reale.
    Per raggiungere questi obiettivi, l’amministrazione conta sulla capacità delle Case automobilistiche di migliorare le prestazioni tecniche dei motori benzina e diesel dei loro modelli, ma anche sull’aumento delle vendite di veicoli elettrificati ibridi o ibridi plug-in.
    In particolare questa nuova situazione potrebbe favorire tutti i costruttori che hanno continuato ad investire, soprattutto in ambito suv e pick-up, sulle motorizzazioni a gasolio che, com’è noto, sono in assenza di elettrificazione, quelle che garantiscono i consumi più bassi.
    L’atteggiamento favorevole dell’amministrazione Biden nei confronti del diesel era stato confermato, del resto, agli inizi di dicembre durante una visita del presidente Usa a Kansas City al Diesel Technology Forum.
    Nel presentare l’argomento a Biden, Allen Schaeffer direttore esecutivo del Forum aveva detto: “La generazione odierna dei diesel di tecnologia avanzata ha emissioni inferiori del 98% rispetto a quelle precedenti. Insieme ai progressi in termini di efficienza e alla capacità di utilizzare combustibili biodiesel rinnovabili con basse emissioni di carbonio, i motori diesel offrono già oggi riduzioni sostanziali di CO2”.
    “Per risolvere il cambiamento climatico non serve un’unica soluzione perfetta – aveva detto in conclusione Schaeffer – ma molte buone soluzioni di cui alcune, come il diesel di avanzata generazione, sono già disponibili e convenienti”.
    L’agenzia federale EPA stima che grazie alle nuove norme annunciate da Biden i conducenti americani risparmieranno tra i 210 e i 420 miliardi di dollari entro il 2050 sui costi del carburante. Le normative sulle emissioni, che erano state approvate nel marzo 2020 dall’amministrazione Trump, richiedevano ai costruttori di migliorare le prestazioni energetiche dei loro modelli dell’1,5% all’anno tra il 2021 e il 2026, valore ben inferiore rispetto al 5% fissato in origine da Obama.

Fonte: ansa.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *