Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Presentato il consorzio “Obbiettivo Sport e Salute 4.0”

C’era anche il Direttore Generale del CSI Nazionale Michele Marchetti alla presentazione ufficiale del Consorzio “ Obbiettivo Sport e Salute 4.0” che riunisce alcuni  gestori dei principali impianti sportivi, piscine ma non solo, della Liguria e dieci aziende che condividono un  progetto che vuole essere una risposta alle nuove sfide di oggi e di domani.

I numeri dicono, se non tutto, molto: 16 consorziati, 25 impianti polifunzionali in gestione diretta, 63.300 metri quadrati di strutture sportive, 3.560 iscritti alle varie attività, 7.900 presenze medie giornaliere, 7.000 iscritti alle attività didattiche fra bambini e ragazzi, 1.900 atleti agonisti coinvolti, 29 milioni di fatturato dell’ultimo triennio, 13 milioni di fatturato dell’ultimo anno prima della pandemia, 100 dipendenti assunti a tempo indeterminato, 520 collaboratori sportivi, 1.600.000 gli investimenti degli ultimi 5 anni.

La presentazione di  “ Obiettivo Sport e Salute 4.0” è avvenuta davanti ad un centinaio di persone presso la piscina “Gropallo” di Nervi.

Sono stati accolti, dopo il saluto della “padrona di casa” Sara Zotti, dal vice presidente del Consorzio Andrea Biondi, assente il presidente Luca Baldini, e dal  fondatore Massimiliano Mantovani.

Sono intervenuti il sindaco Marco Bucci, l’assessore regionale allo Sport Simona Ferro, l’assessore comunale allo Sport Alessandra Bianchi, alla sua prima uscita pubblica dopo l’insediamento a Palazzo Tursi, il presidente regionale del CONI Antonio Micillo.

L’obbiettivo principale del Consorzio è quello di saper cogliere, “ facendo rete”, nuove opportunità coniugando aspettative ed esigenze di diversi ambiti, con la consapevolezza che “ il mondo è cambiato”.

L’auspicio è quello migliorare le singole competenze ed i servizi erogati presentandosi con un “unico marchio”, uniti ai “ tavoli” di confronto con  Comuni, Regione ed altri interlocutori.

Oggi sono diverse le aspettative dei praticanti sportivi, delle famiglie ed è cambiato anche il rapporto con le amministrazioni pubbliche.

Vengono richieste  professionalità più complete e nuovi progetti per riuscire ad intercettare davvero le novità che sono anche gestionali ed economiche: si deve riuscire ad  aumentare i ricavi e diminuire le perdite.

Per le piscine soprattutto occorre  migliorare la sostenibilità degli impianti, gestiti per conto delle pubbliche amministrazioni, abbattendo i costi energetici attraverso investimenti razionali ed a breve-medio termine.

Il Consorzio “Obbiettivo Sport e Salute 4.0” si dice anche  pronto a creare e gestire eventi che possano valorizzare il territorio e garantire grande visibilità mediatica oltre che un ritorno economico, anche in termini di turismo.

Fonte: liguriasport.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *