Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Premiati i maestri del lavoro «Siete i motori dell’economia» (Foto)

MACERATA – La cerimonia oggi in prefettura, 15 i riconoscimenti consegnati (di cui uno a Roma) per il 2020 e il 2021. Il prefetto Ferdani: «Avete contribuito al benessere della comunità maceratese». Il sindaco Parcaroli: «insegnamenti come impegno e sacrificio sono alla base del successo che avete ottenuto»

caricamento letture

Onorificenze_Prefettura_FF-9-650x434

La cerimonia in prefettura

di Mauro Giustozzi (Foto di Fabio Falcioni)

La sala dell’Eneide di Palazzo Buonaccorsi come un ideale prolungamento del Quirinale. Alla stessa ora, in perfetta sintonia con Roma, il prefetto di Macerata, Flavio Ferdani ha consegnato le stelle al merito ed i diplomi del lavoro ai maestri insigniti nell’anno 2020 e 2021.

Onorificenze_Prefettura_FF-7-325x217

Il prefetto Flavio Ferdiani

Una cerimonia doppia, visto che lo scorso anno la pandemia aveva interrotto la tradizione di questa onorificenza. Presenti anche i sindaci di Macerata, padrone di casa con Sandro Parcaroli, e quelli dei comuni di provenienza degli insigniti: Giuseppe Pezzanesi (Tolentino), Michele Vittori (Cingoli), Rosa Piermattei (San Severino), Robertino Paoloni (Loro Piceno), Antonio Bravi (Recanati) che ha fatto incetta di stelle al merito con 4 premiati, Patrizio Leonelli (Castelraimondo), Cecilia Cesetti (Mogliano) e l’assessore comunale Giuseppe Cognigni (Civitanova). La decorazione di Stella al merito del Lavoro è concessa a coloro che abbiano compiuto 50 anni di età, abbiano prestato attività lavorativa ininterrottamente per almeno 25 anni alle dipendenze di una o più aziende e si siano particolarmente distinti per singoli meriti lavorativi ed eccellenti rapporti umani. Quattordici i lavoratori insigniti del riconoscimento: il quindicesimo, Marco Quintavalla di Civitanova, ha avuto l’onore di essere chiamato direttamente in rappresentanza della nostra regione, al Quirinale, ricevendo dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella la stella al merito del lavoro ai maestri insigniti nell’anno 2020 assieme a Giuseppe Izzi Ascoli-Fermo.

Onorificenze_Prefettura_FF-2-650x434

Le autorità con i premiati

«Un grazie di cuore al sindaco di Macerata – ha esordito il prefetto Flavio Ferdani – per ospitarci in questo splendido affresco che è la sala dell’Eneide della città. Un saluto anche ai sindaci presenti per questa ricorrenza che abbiamo voluto svolgere in contemporanea con la cerimonia che si tiene al Quirinale questo per dare maggiore solennità all’evento. A voi insigniti della Stella al merito del lavoro che è certamente importante perché voi siete la testimonianza diretta del lavoro e della piena coscienza della funzione sociale che svolgete ogni giorno. Attraverso il vostro lavoro portato avanti in tanti anni dentro le imprese avete contribuito sicuramente al benessere della comunità maceratese. Siete testimonianza indissolubile del legame che c’è tra il lavoro e lo sviluppo di un territorio. Con questo riconoscimento che ricevete diamo concretezza al principio fondamentale scritto nella nostra Costituzione all’articolo 1 e cioè che la Repubblica è fondata sul lavoro. Unisce concetti di democrazia con quelli del lavoro. Voglio anche approfittare di questo momento e di un tema importante che affrontiamo per ricordare ed essere vicini a chi il lavoro non ce l’ha, chi il lavoro lo ha perso, chi lo cerca: vicinanza delle istituzioni ma anche un impegno verso coloro che hanno perso la vita lavorando. Ci deve essere un impegno di tutti noi per fare formazione ed informazione, rispettare le regole affinchè eventi luttuosi sul lavoro non accadano più. Un lavoro che deve essere dignitoso e sicuro».

Onorificenze_Prefettura_FF-5-325x217

Il sindaco di Macerata, Sandro Parcaroli, accanto al prefetto Ferdiani

Stella al merito del lavoro e diploma vengono conferiti ogni anno per premiare singoli meriti di perizia, laboriosità e buona condotta morale dei lavoratori dipendenti da imprese pubbliche o private. L’accertamento dei titoli di benemerenza è svolto da una Commissione nominata e presieduta dal ministro del Lavoro e composta dal presidente della Federazione Nazionale Maestri del Lavoro d’Italia, dal presidente dell’Associazione nazionale lavoratori anziani d’azienda, da cinque funzionari designati dalla Presidenza del Consiglio e dai Dicasteri degli Esteri, Agricoltura, Industria, Lavoro, da sei membri designati dalle organizzazioni sindacali di categoria, da quattro membri in rappresentanza dei datori di lavoro. I destinatari sono cittadini italiani che abbiano prestato attività lavorativa ininterrottamente per un periodo minimo di venticinque anni alle dipendenze della stessa azienda o di trent’anni alle dipendenze di aziende diverse; lavoratori italiani all’estero, senza l’osservanza dei predetti limiti di anzianità. «Questo è un riconoscimento al vostro percorso lavorativo -ha sottolineato il sindaco Sandro Parcaroli – siete un vanto del nostro territorio e dell’intero Paese, siete il motore dell’economia. Io stesso vengo dal mondo del lavoro, fino ad un anno fa ho guidato un’azienda e so che insegnamenti come impegno e sacrificio sono alla base del successo che avete ottenuto. Siete un esempio di appartenenza alle vostre aziende che deve essere imitato e seguito. Vi dico anche che il ruolo che ricopro di sindaco è ancor più impegnativo di quello di guidare un’impresa: ho l’onere e l’onore di amministrare un bene comune prezioso che riguarda 42 mila cittadini di cui sono sindaco. Lavoro di squadra e sinergia totale con i lavoratori prima e con i dipendenti comunali oggi ritengo sia la chiave per affrontare e vincere ogni sfida che abbiamo di fronte».

Onorificenze_Prefettura_FF-1-650x434

Il sindaco di San Severino, Rosa Piermattei, con Sandro Parcaroli


Per il 2020 sono state sei le persone individuate per il conferimento della onorificenza per singolari meriti di perizia, laboriosità e moralità acquisiti durante l’attività lavorativa: si tratta di Maria Piera Costantini di Loro Piceno (azienda Sorbatti), Maria Teresa Valenti (Agnetti) e Nazzareno Banchetti (Coperlast) di Cingoli, Franca Mannucci (Clementoni) e Alberto Sabbatini (Acrilux) di Recanati e Marco Quintavalle di Civitanova. Nove i cittadini della provincia di Macerata, Maestri del Lavoro per il 2021 sono: Mario Apis di Recanati (ditta Tecnostampa); Stefano Brandi di Tolentino (Simonelli Group); Giovanni Catena di Recanati (Distribuzione Elettrica Adriatica); Marco Monti di Civitanova (Elettromeccanica Pantanetti); Gianfranco Nasso di San Severino (Soverchia); Stefano Paparini di Civitanova (Elettromeccanica Pantanetti); Sauro Petrelli di Mogliano (Coldiretti Macerata); Giorgio Reversi di Macerata (Impresaverde Marche); Pierino Tartari di Castelraimondo (Novavetro).

Onorificenze_Prefettura_FF-6-650x434

Onorificenze_Prefettura_FF-3-650x434
Onorificenze_Prefettura_FF-4-650x434
Onorificenze_Prefettura_FF-8-650x434

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page

Fonte: m.cronachemaceratesi.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *