Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Polini motore E-P3+: potenza e durata con 880 Wh

Polini motore E-P3+, potenza e  durata con 880 Wh di batteria integrata. Ma pure  il 400% di assistenza alla pedalata per un peso inferiore ai 3 Kg

La novità più interessante del mondo Polini si è messa in mostra all’ultima edizione di Eurobike. Si  tratta dei motori E-P3+ pensato per le e-road (75 Nm) e E-P3+ MX (90 Nm) per le mountain bike elettriche. Polini ha pensato anche al lato sonoro Polini, attnuando il più possible il rumore. Questo permette di avere una pedalata più silenziosa e piacevole.

modello E-P3+

Il Polini E-P3+ è dotato di un software PDC (Polini Dynamic Control) che migliora l’erogazione della coppia e permette di avere una maggiore reattività in pedalata. Ha la possibilità di selezionare 5 livelli di assistenza, 3 di base (Touring, Dynamic, Race) e 2 configurabili a piacimento. L’App Polini E-bike, per iOS e Android, invece permette all’utente una semplice interattività con il motore e la possibilità di modificare tutti i parametri grazie ad un’interfaccia intuitiva.

modello E-P3+ MX

Due varianti, una super potenza

La potenza della batteria consente comunque di avere un’assistenza garantita per almeno 60 km anche quando il motore lavora al 400%. Fino ad  arrivare addirittura a 220 km di assistenza quando la spinta motoristica è al minimo. Questo sulla carta, poi si  dovrà vedere la realtà. Ma Polini ha dimostrato di essere piuttosto affidabile da questo punto di vista con i propulsori precedenti.

 Con il prossimo aggiornamento sarà possibile visualizzare sul display il monitoraggio della frequenza cardiaca. I tecnici Polini hanno realizzato anche un nuovo sistema di cablaggio di dimensioni inferiori, che sfrutta la tecnologia CAN-BUS per una trasmissione dei dati più precisa e rapida. Fra le novità principali troviamo la nuova batteria da 880Wh, un’autonomia che soddisferà la richiesta dei rider più esigenti soprattutto in ambito e-mtb e permetterà alle aziende di bici che collaborano con Polini di stare al passo con il mercato. 

il prezzo del motore si aggira intorno ai 1000-1200 euro.

Polini, il motore E-P3+ avrà l’extender

Il nuovo Range Extender è pensato soprattutto per le e-road e le e-gravel con motore E-P3+, in quanto fino ad ora il limite massimo delle batterie Polini era di 500Wh. Con questo aggiornamento che ora si chiama EVO aumenta l’autonomia anche per queste tipologie di e-bike, attraverso una batteria aggiuntiva con formato ridotto e cilindrico da 250Wh da integrare nel portaborraccia della propria e-bike. Polini ha realizzato anche due nuovi comandi molto discreti sul manubrio, che permettono il controllo veloce e diretto del sistema motore.

Le nuove batterie di E-P3+
e il range extender da mettere in zona borraccia

L’elettronica è innovativa e sfrutta algoritmi di derivazione Motosport. Il software PDC “Polini Dynamic Control” è stato sviluppato con 4 obiettivi. Primo la precisione di erogazione della coppia di assistenza sempre in funzione dello sforzo applicato dal ciclista sui pedali. Secondo la maggior reattività nel seguire le variazioni di pedalata.

Controller tutto nuovo

Inoltre Polini ha cercato una riduzione del tempo di risposta da parte del motore quando si inizia a pedalare. Portando così a zero il tempo di interruzione di spinta nel momento in cui si smette di pedalare. In ultimo, l’incremento di assistenza attiva fino a 120 RPM.

display grande e chiaro

Altra innovazione da non sottovaluture è  lo schermo da applicare a manubrio della e-bike. Il display TFT Polini è di facile lettura grazie a uno schermo a colori da 2,5 pollici adactive light. Significa che adatta automaticamente  colore e intensità della luce in base alla situazione ambientale. Inoltre mostra in maniera accurata la potenza di pedalata del ciclista, la cadenza, la potenza del motore e il residual range.

— Iscriviti gratuitamente alla Newsletter e al canale YouTube di Vaielettrico.it  —

Fonte: vaielettrico.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *