Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Policlinico San Donato, paziente accoltella chirurgo in ospedale dopo una visita: arrestato per tentato…

Un chirurgo milanese di 65 anni è stato accoltellato da un paziente 75enne che aveva appena visitato. È successo lunedì, poco prima delle 14, al Policlinico di San Donato Milanese (Gruppo San Donato). Secondo quanto riferito dai carabinieri, il medico 65enne è fuori pericolo, dopo essere stato sottoposto a intervento chirurgico d’urgenza in codice rosso, visto che il colpo gli ha lesionato l’arteria femorale.

Dopo aver subito un’operazione in un altro ospedale, il paziente era stato preso in carico dal Policlinico per una arteriopatia alle gambe. Lunedì si è presentato al San Donato per un controllo senza appuntamento, d’accordo con lo staff. Durante la visita gli è stata consigliata una terapia, accompagnata da un ricovero riabilitativo in un’altra struttura. A quel punto il 75enne ha aggredito uno dei chirurghi nell’ambulatorio, ferendolo all’inguine. È stato bloccato da un poliziotto in congedo che attendeva il suo turno in corridoio, mentre il medico ferito è stato trasportato d’urgenza in sala operatoria.


È stato operato dal professor Giovanni Nano, il primario di chirurgia vascolare di cui il 65enne è l’aiuto più anziano. Ora si trova in terapia intensiva. Non è in pericolo di vita. L’accusa per l’aggressore, fermato e arrestato dai carabinieri di San Donato Milanese, è di tentato omicidio. A carico dell’uomo risultano precedenti per minacce e ingiurie. Secondo quanto riferito, l’uomo ha utilizzato un coltello da cucina con lama di 20 centimetri, sequestrato dai militari.

Se vuoi restare aggiornato sulle notizie di Milano e della Lombardia iscriviti gratis alla newsletter di Corriere Milano. Arriva ogni sabato nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Basta cliccare qui.

12 luglio 2021 | 16:29

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *