Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Pirlo dopo Juve-Napoli: “Avessimo avuto sempre questo atteggiamento…”

“Quando hai un giocatore come Dybala a disposizione cerchi di farlo giocare più spesso possibile. Non l’abbiamo quasi mai avuto, è un valore aggiunto per qualsiasi squadra e anche per la Juventus“. Parola di Andrea Pirlo, allenatore della Juventus che ha superato per 2-1 il Napoli. Il gol del momentaneo 2-0 è stato segnato proprio dal numero 10 argentino, reintegrato dopo l’esclusione nel derby contro il Torino. “Il suo futuro qui? Lui ha ancora un anno di contratto, è ancora lunga e speriamo di potercelo tenere” spiega Pirlo a Sky Sport.

“Tanti punti lasciati per strada per l’atteggiamento”

approfondimento Paratici: “Impensabile Juve fuori dalle prime 4”

L’allenatore bianconero è tornato anche sulle voci riguardanti la sua panchina che hanno preceduto la partita contro il Napoli.  “La mia vigilia? Ci sono abituato, il ruolo dell’allenatore è questo. Magari trovare positivi il giorno prima della partita rende il tutto meno facile ma ormai siamo abituati a questo”. Soddisfazione per la prova di squadra: “Arrabbiato per non aver visto spesso la Juve di questa sera? No, però di certo abbiamo lasciato tanti punti per strada a causa di questo atteggiamento. In altre partite più abbordabili non abbiamo avuto il gioco di questa sera. Quando corri quando il compagno è in ritardo, difendi in 11 alla fine porti a casa il risultato”. In campo si è vista una Juventus con il 4-4-2: “Avevamo preparato questo tipo di atteggiamento, con due esterni larghi e Danilo che andava a fare il centrocampista aggiunto per liberare l’ampiezza del campo. Mi spiace solo aver sfruttato poco la superiorità numerica in contropiede”.

“Rifarei tutto. Ora proviamo a vincerle tutte fino alla fine”

Non ci sono rimpianti nell’analisi di Pirlo: “Ci sono tante cose che ho fatto, sbagliando, ma le rifarei. Il primo anno da allenatore non è semplice, ti butti a capofitto con le tue idee e cerchi di trasmetterle alla squadra. A volte fai bene, a volte sbagli, ma mi servirà per il futuro. Questo è stato il campionato più complicato per tutti, per varie ragioni”. L’allenatore analizza anche le difficoltà affrontate: “Ho intrapreso questo percorso ad agosto cercando di inculcare nei ragazzi un certo tipo di gioco. Lo abbiamo fatto per una parte della stagione poi per una serie di vicissitudini non abbiamo mai potuto avere continuità di uomini. Da una settimana all’altra c’erano sempre problemi, poi si giocava ogni tre giorni. Arrivavamo alle partite un pochino scarichi, pensando che magari le partite contro squadre che ci erano sotto in classifica erano più semplici. Per questo inconsciamente magari abbiamo cercato di risolvere la partita con i singoli, cosa che non ti puoi permettere in un campionato così organizzato“.

La testa è al presente, con vista sulle prime quattro posizioni: “Arrivare in vetta diventa difficile quindi ci siamo posti l’obiettivo di vincere queste 10 gare e prepararci per la finale di Coppa Italia. Rimpianto maggiore tra campionato e Champions? Tutti e due, quando giochi per la Juventus gli obiettivi non li scegli. L’eliminazione dalla Champions è stata un brutto colpo, avevamo la possibilità di andare avanti, poi il ko contro il Benevento in campionato ci ha tolto un pochino dalla lotta scudetto. Sono state due delusioni grandi, vedere le partite di coppa ieri sera ci ha trasmesso grande rabbia”.

Danilo: “Lottiamo per un posto in Champions”

Anche Danilo esalta la prova di squadra: “Sapevamo dell’importanza di questa partita. Qualche volta soffriamo, ma se soffriamo insieme e abbiamo convinzione in ciò che facciamo succede quello che è successo oggi: vinciamo – spiega il difensore brasiliano a Sky Sport  – questa stagione facciamo fatica a fare tanti risultati di fila. Ma noi che abbiamo più esperienza dobbiamo prendere per mano la squadra e avere l’atteggiamento fatto oggi. Rimpianti per quei punti persi con le medio-piccole? Sappiamo che se avessimo fatto meglio in quelle partite saremmo lì a lottare per la vetta. Ma ora dobbiamo lottare per un posto in Champions, bisogna lottare settimana dopo settimana”.

Fonte: sport.sky.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *