Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Pianta di glicine in primavera, come coltivarla e curarla: la guida

Scopriamo insieme come prendersi cura del glicine e come poter trattare questa pianta rampicante dai bellissimi fiori ornamentali

Perfetta per arredare uno spazio del giardino di casa, oppure per impreziosire con un tocco di originalità il balcone, il glicine è una delle piante più belle ed eleganti per decorare la propria abitazione, anche grazie alle bellissime tonalità di viola che dipingono di vivacità i suoi fiori.

Se coltivata in maniera adeguata e corretta, la pianta di glicine può arrivare ad avere dimensioni molto importanti, diventando quindi una soluzione vincente per abbellire le ringhiere, i gazebo e le pareti esterne.

Vediamo ora i consigli essenziali per prendersi cura con efficacia della pianta di glicine.

La posizione ideale

approfondimento

Piante da giardino con fiori bianchi, le 10 varietà più belle

Per avere una pianta di glicine rigogliosa e perfetta è indispensabile scegliere, prima di ogni altra cosa, un luogo adeguato dove posizionarla. Le sue radici, infatti, hanno bisogno di molto spazio e, se non trattate con cura, possono avere l’effetto opposto a quello desiderato, ovvero infestare il vostro giardino.

Il glicine è una pianta piuttosto facile, che si adegua a qualsiasi supporto: dalle pareti, alle ringhiere, alle pergole, agli alberi, potrete davvero sbizzarrirvi con la fantasia. Scegliete un luogo ben esposto al sole poiché, nonostante sia molto resistente, le basse temperature potrebbero causarle dei danni.

La potatura

La potatura è necessaria, almeno due volte l’anno, per stimolare la crescita di rami laterali che andranno a infoltire la chioma del glicine. La potatura invernale deve essere effettuata tra gennaio e febbraio ed è molto importante per stimolare il risveglio della pianta stessa e per percepire le parti da eliminare, lasciando così spazio ai rami nuovi.

La potatura estiva, invece, deve avvenire tra luglio e agosto ed è volta a limitare la crescita eccessiva della pianta stessa, favorendo la circolazione dell’aria e lo spazio per far arrivare la luce alla nuova fioritura.

L’Irrigazione

approfondimento

Concimi naturali, 5 fertilizzanti fai da te per orto e giardino

La pianta di glicine è poco esigente e molto semplice da coltivare anche nelle aree cittadine, poiché resiste bene all’inquinamento atmosferico.

Non necessita di essere annaffiata troppo spesso, anche se nelle prime fasi bisogna prestare maggiore accortezza e bagnarla con più frequenza. In estate, o comunque nei periodi più caldi, si consiglia di irrigare tutti i giorni la zona in cui è presente la pianta di glicine, evitando il getto d’acqua diretto sulle gemme, per non rischiare di danneggiarle. In inverno l’irrigazione può essere ridotta al minimo.

Il concime perfetto

Verso la fine dell’estate e, più in generale, quando le temperature iniziano a scendere, è necessario raccogliere tutto il fogliame ormai secco e concimare la pianta di glicine con un fertilizzante minerale, meglio se privo di azoto.

In questo modo, si evitano l’attacco dei parassiti e si esclude l’infausta ipotesi di vedere rovinato tutto il lavoro fatto. Il fertilizzante deve essere utilizzato almeno due volte all’anno, così da godere di una pianta rigogliosa e sana.

Coltivare il glicine in vaso o in giardino

Sia che si scelga di travasarla in un vaso, oppure di posizionarla direttamente nel giardino, la pianta del glicine ha sempre bisogno di tanto spazio, poiché ha radici molto lunghe e profonde.

Per mettere il glicine in piena terra è necessario acquistare un esemplare con qualche anno di vita ed evitare di posizionarlo a ridosso di altre piante o in zone che sconfinano nell’altrui proprietà privata.

Per quanto riguarda la coltivazione in vaso, invece, è indispensabile potare costantemente la parte aerea della pianta, evitando così che i rami superiori si sviluppino in maniera eccessiva, andando a creare un peso non adeguato per il contenitore. Inoltre, si dovranno effettuare dei rinvasi, per dare la possibilità al glicine di rinnovarsi e svilupparsi in modo equilibrato.

tg24.sky.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *