Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Perché nessuno può impedirti di entrare in uno stabilimento balneare (o di portare cibo e acqua in spiaggia)

Possiamo raggiungere il mare per fare un bagno o prendere il sole attraversando un lido, pur non essendo clienti dello stabilimento? Ed è possibile portare con sé da casa cibo e acqua al lido se abbiamo affittato lettino e ombrellone? Vediamo cosa dice la legge: ce lo spiega un’operatrice del settore, che abbiamo intervistato

La polemica scoppiata qualche giorno fa a Bacoli (Napoli), dove ai bagnanti sono state perquisite le borse frigo prima di accedere nei lidi, ha riacceso i riflettori su quali siano le regole e i divieti vigenti negli stabilimenti balneari.

C’è ancora parecchia confusione su cosa sia possibile fare e cosa no nei lidi: si può attraversare la passerella di una struttura privata per raggiungere la battigia, pur non avendo affittato nessun lettino o ombrellone?

Ed è consentito portare cibo e acqua da casa se si è clienti del lido?

A fare chiarezza su questi punti interviene Edenia Rosati, balneatrice molisana del lido Bahia Azzurra di Termoli che spiega ai nostri microfoni:

Molti non lo sanno, ma in realtà tutti i bagnanti possono transitare sul bagnasciuga dei lidi liberamente.

Ciò significa che i titolari dei lidi non possono cacciarli né costringerli a pagare, dato che secondo l’art. 882 del codice civile, la spiaggia è un bene pubblico, appartenente al Demanio dello Stato, anche se è data in concessione agli stabilimenti balneari.

Purtroppo non tutti ne sono a conoscenza e ancora molti ci chiedono “il permesso” di farlo ma è un diritto di tutti. Come balneatrice, mi aspetto solo un saluto da chi entra nel lido per raggiungere il mare.

Edenia Rosati chiarisce, inoltre, che nessuno può vietare ai clienti di uno lido di introdurre borse frigo nel lido e consumare del cibo portato da casa:

Un’altra questione dibattuta è quella che riguarda il cibo negli stabilimenti balneari, come hanno dimostrato alcuni recenti fatti passati alla cronaca.

I gestori dei lidi non possono vietare di introdurre e consumare i pasti portati da casa.

Infatti, il lido è semplicemente titolare di una concessione demaniale ad occupare uno spazio ed è giusto che si faccia pagare per questo, ma non può decidere cosa il cliente può portare da casa o meno. L’eventuale divieto comporta una violazione del codice del consumo e del codice civile.

Come ribadito dalla balneatrice molisana, questae sono le uniche accortezze che dovremmo avere tutti sia nei lidi che nelle spiagge libere:

Ciò che davvero invece è assolutamente da non fare, è abbandonare i rifiuti in spiaggia, prelevare sabbia, conchiglie o ciottoli o nuocere agli animali marini comprese meduse e granchi.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Leggi anche:

Fonte: greenme.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *