Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Parabrezza scheggiato: a chi rivolgersi per un servizio veloce ed efficace

Mentre stavi guidando, ti sei accorto di una scheggiatura sul tuo parabrezza? Anche se il danno può sembrare irrilevante, è meglio non trascurarlo. Una piccola crepa può facilmente trasformarsi in una rottura profonda. E in questo caso la riparazione non è più possibile, si deve sostituire il vetro, un’operazione ben più complicata e costosa. Per evitare di correre ai ripari e spendere troppo, è cruciale intervenire appena si nota il danno. Innanzitutto, bisogna capire se è possibile riparare il vetro e poi occorre scegliere il miglior professionista a cui affidare il mezzo. Ecco come fare.

Parabrezza scheggiato: è possibile ripararlo?

Quando si nota una scheggiatura sul parabrezza bisogna agire subito. I motivi sono diversi: per esempio, se si continua a viaggiare, la crepa può riempirsi di impurità e la riparazione sarà più difficile.

Inoltre, è fondamentale non viaggiare con il vetro danneggiato perché si rischia l’incrinatura e la rottura del cristallo. Senza contare che si può incorrere anche in salate sanzioni.

Un altro aspetto da tenere in considerazione è il tempo: per una riparazione bastano circa 30 minuti, una sostituzione richiede 2 ore di lavoro ed è più costosa. Il costo dell’intervento dipende anche dalla polizza cristalli. Può anche essere gratuito, esclusa franchigia o eccedenza dal massimale prevista dall’assicurazione.

Per tutti questi motivi, appena si nota la scheggiatura occorre fermarsi subito e capire se si può riparare. La buona notizia è che la valutazione può essere fatta da chiunque.

Ecco quali sono gli elementi da considerare:

  • La scheggiatura ha un diametro inferiore a quello di una moneta da due euro
  • È fuori dalla visuale del guidatore
  • Ha una distanza di almeno 6 centimetri dal bordo del vetro
  • È fuori dall’area di telecamere dei sistemi di assistenza alla guida

Se la crepa ha tutte queste caratteristiche, allora può essere riparata. Naturalmente, è sconsigliatissimo il fai-da-te. La migliore soluzione è contattare subito un professionista.

Parabrezza scheggiato: a chi rivolgersi

Affidarsi a professionisti esperti nel campo di riparazione e sostituzione cristalli è cruciale. In Italia esistono diversi centri, uno dei più efficaci e accreditati è Carglass, leader del settore.

L’azienda dispone di circa 177 centri altamente specializzati in tutta Italia. Al suo interno, lavorano team di tecnici qualificati: il personale tecnico deve superare un esame e ottenere il patentino prima di operare coi clienti.

Tra questi, troviamo anche specialisti in riparazione vetri dotati di ADAS (Advanced Driver Assistance Systems): sistemi elettronici di assistenza alla guida sviluppati per migliorare l’esperienza di guida. Carglass possiede i primi due centri di eccellenza in Italia dedicati alla ricalibratura degli ADAS. I dispositivi vengono ricalibrati in modo da funzionare perfettamente dopo l’intervento.

Procedura Carglass per la riparazione del parabrezza

La ditta ha sviluppato specifiche procedure per la gestione degli interventi. Per la riparazione del parabrezza, si provvede con i seguenti step:

  • Pulizia della zona del vetro danneggiata e aspirazione dell’aria: ciò permette alla resina di aderire completamente anche alle micro-crepe
  • Inserimento della resina: dopo aver creato una depressione libera da impurità nell’aria danneggiata, si riempie la scheggiatura con una speciale resina adesiva
  • Indurimento della resina: tramite lampada a raggi ultravioletti che finalizza il lavoro in tre minuti
  • Conclusione: rifinitura ed eliminazione dei residui. Si ottiene una superficie liscia e omogenea.

Contattare Carglass in caso di vetro danneggiato è davvero semplice: puoi telefonare o addirittura prenotare una consulenza online dal sito ufficiale. Il tuo vetro sarà perfettamente riparato nel più breve tempo possibile.

Fonte: motori.virgilio.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *