Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Papa Francesco dimesso dall’ospedale dopo l’operazione

Il Pontefice ha lasciato il Policlinico Gemelli. Prima del rientro in Vaticano una preghiera alla Basilica di Santa Maria Maggiore. Era stato ricoverato il 4 luglio per l’intervento al colon

Papa Francesco è stato dimesso dall’ospedale e poco dopo le 10,30 ha lasciato il policlinico Gemelli per fare rientro in Vaticano verso mezzogiorno. Prima l’auto del Papa ha fatto una deviazione verso la Basilica di Santa Maria Maggiore, dove Francesco ha pregato di fronte all’icona della Salus populi romani, l’immagine della Vergine cara ai gesuiti (davanti a lei il fondatore della Compagnia, Sant’Ignazio di Loyola, celebrò la sua prima Messa), tanto che Bergoglio vi si reca sempre a pregare e posare un mazzo di fiori prima e dopo ogni viaggio internazionale. Il Papa, fa sapere il portavoce vaticano Matteo Bruni, «ha ringraziato per il buon esito del suo intervento chirurgico, rivolgendole una preghiera per tutti i malati, in particolare quelli incontrati durante i giorni della sua degenza».

I medici prudenti

Il ritorno a casa era ormai atteso, anche se fino all’ultimo i medici si sono mantenuti prudenti e non si escludeva un rinvio al fine settimana. Ma già ieri pomeriggio, quando era tornato a visitare i bimbi di Oncologia, si era visto che Francesco era in buone condizioni, tanto da camminare nel reparto: ancora domenica, prima dell’Angelus al decimo piano del Gemelli, era stato accompagnato in carrozzina perché non si affaticasse.

La convalescenza a Santa Marta

Ora potrà proseguire con calma la convalescenza e la riabilitazione nella Casa Santa Marta, l’albergo vaticano dove ha scelto di vivere fin dal conclave del 2013. L’intervento al colon di domenica 4 luglio era stato programmato apposta all’inizio di luglio, il mese nel quale Bergoglio passa di solito le sue «vacanze» in Vaticano, senza udienze né impegni, salvo gli Angelus domenicali. Così avrà il tempo di riprendersi in vista degli impegni che lo attendono a settembre, a cominciare dal viaggio in Ungheria e Slovacchia.

14 luglio 2021 (modifica il 14 luglio 2021 | 12:33)

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *