Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Palm angels, l’eyewear dà il via al progetto lifestyle


Palm angels, l’eyewear dà il via al progetto lifestyle
Un adv Palm Angels eyewear

L’eyewear è la nuova sfida di Palm angels. Il marchio di Ngg-New guards group ha scelto l’obiettivo di David Sims per celebrare la nascita del nuovo progetto, primo frutto della business unit creata ad hoc all’interno del gruppo. Formata da un team esperto che risponde direttamente ad Andrea Grilli, ceo dei brand di Ngg, la unit farà produrre le collezioni dei marchi di proprietà attraverso una rete di terzisti italiani e ne seguirà la distribuzione tra wholesale partner, department store, ottici nonché il canale digitale della controllante Farfetch. Nello specifico, i primi due modelli da sole unisex di Palm angels saranno disponibili da giovedì, in attesa di un’offerta più completa dalla fall-winter. Come ha spiegato a MFF Francesco Ragazzi, anima di Palm angels.

Come ha preso forma il progetto?
È stato un next step organico. L’eyewear è una categoria di prodotto molto vicina allo spirito del marchio e credo davvero nel suo potenziale. Dopo una collaborazione (con Moncler genius, ndr), che è andata benissimo, era mia intenzione sviluppare l’etichetta in questa direzione e volevo che l’inizio fosse bold, grazie al supporto di David Sims.

Come si sposa l’eyewear con l’offerta del marchio?
Ne è un completamento. Essendo appunto vicino al Dna del brand dovrà diventarne una parte molto importante.
Nelle prossime stagioni ci sarà un ampliamento dell’offerta con anche delle proposte da vista.

Nel 2020 non si è mai fermato. Quanto è stato sfidante lavorare in queste condizioni?
Dal punto di vista creativo è stato complesso perché una delle energie che mi aiuta a creare è il viaggio. Quello che è stato un plus invece è aver avuto il tempo di lavorare con il team sul 2021 che è un anno di ripartenza. Ci saranno davvero tanti grossi annunci e progetti.

Ci può anticipare qualcosa?
Tra fine giugno e inizio luglio ci sarà un’apertura a Miami, poi grosse collaborazioni a 360°, con prodotti che completino la mia idea di lifestyle. Mi ero prefissato di ripartire il botto.

Tornerà anche a sfilare fisicamente?
Mi piacerebbe ma non ho una visione su quando ci sarà il prossimo evento. La prossima collezione sarà divisa e presentata in più parti.

Continuerete con il book?
A settembre ci sarà il lancio del secondo volume con Rizzoli. Mi piaceva raccontare ogni step con qualcosa di collezionabile. Un metodo analogico, in controtendenza, che ha funzionato. (riproduzione riservata)


Fonte: milanofinanza.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *