Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Padova, sindaco Giordani (centrosinistra) e assessore allo Sport indagati: è l’inchiesta sul…

Ci sono anche i nomi del sindaco di Padova, l’imprenditore Alberto Giordani, e dell’assessore allo Sport Diego Bonavina, avvocato ed ex calciatore, nell’inchiesta riguardante un subappalto per il rifacimento della curva dello Stadio Euganeo e di due palazzetti dello sport annessi. Lo si appreso dopo che la Procura della Repubblica ha diffuso un comunicato con cui informa che il gip del Tribunale ha delegato alla Guardia di Finanza l’esecuzione di un’ordinanza che dispone quattro misure interdittive: due prevedono la sospensione dall’esercizio del pubblico ufficio di due funzionari comunali per cinque mesi e altre due impongono il divieto temporaneo di contrattare con la Pubblica Amministrazione per due imprenditori, della durata, rispettivamente, di cinque e tre mesi.

Si tratta delle quattro persone coinvolte in un’inchiesta per subappalto non autorizzato venuta a galla a maggio, dopo che un addetto alle pulizie aveva scoperto una microspia in un condizionatore di un ufficio comunale. Si tratta dell’architetto Stefano Benvegnù, responsabile dei Lavori pubblici del Comune di Padova, del geometra Giacomo Peruzzi, direttore dei lavori, dell’imprenditore laziale Elio Scirocchi (legale rappresentante dell’impresa Esteel di Viterbo vincitrice dell’appalto) e dell’imprenditore bresciano Giovanni Vattiato (titolare della Tecnoedil di Brescia a cui è andato il subappalto). Scirocchi è indagato anche per turbata libertà degli incanti.

Quello che non si sapeva è che nel registro degli indagati sono finiti anche i due amministratori comunali della giunta di centrosinistra con l’ipotesi di concussione per aver fatto pressione sui due funzionari comunali per accelerare la conclusione dell’intervento, come promesso in campagna elettorale ai tifosi biancoscudati. Allo stesso tempo è stato disposto il sequestro preventivo del cantiere, ancora aperto visto che l’opera non è completata. L’appalto per la realizzazione della nuova curva sud a ridosso del campo di gioco, del valore di 5 milioni di euro, è stato aggiudicato nel dicembre 2020 (ribasso del 5,13 per cento), mentre i lavori sono iniziati a gennaio 2021. L’inchiesta è condotta dal sostituto procuratore Benedetto Roberti e ipotizza che la società laziale abbia turbato la gara indicando una capacità imprenditoriale che non possedeva e proponendo di completare i lavori in un tempo record: 275 giorni, anziché i 550 indicati nel bando. In realtà sarebbe intervenuto il subappalto, grazie alla ditta bresciana.

Secondo la Procura, gli imprenditori “avrebbero posto in essere, in violazione del Codice degli appalti pubblici, atti simulati nell’esecuzione dei lavori tesi a celare contratti di subappalto non autorizzati, ricorrendo a subaffidamenti comunque soggetti alla disciplina autorizzativa atteso il superamento dei limiti di legge”. I due funzionari pubblici, invece, “avrebbero agevolato la realizzazione di tali condotte, talvolta con il proprio contributo, non censurando le lacune procedurali in contestazione e non esercitando, al ricorrere dei presupposti, la facoltà legislativa di richiedere la risoluzione del contratto”.

È stato lo stesso Giordani a dare la notizia in serata con un comunicato: “Sono venuto a conoscenza di essere anche io indagato, nell’ambito di questa inchiesta, e con me l’assessore allo Sport Diego Bonavina, che gode della mia massima fiducia”. Poi ha aggiunto: “C’è piena collaborazione con la magistratura ed è anche interesse del Comune chiarire fino in fondo la dinamica dei fatti. Ritengo di essermi comportato nel rispetto della legge, impegnandomi come ogni sindaco, affinché i lavori potessero concludersi nei tempi previsti. Sono assolutamente sereno e consapevole di aver sempre agito nell’interesse pubblico. Nello scorso mandato abbiamo messo in opera una mole impressionante di progetti, penso sia normale e doveroso che la magistratura svolga il suo ruolo di controllo”.

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *