Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Pacco sospetto a casa di Bonaccini, sicurezza rafforzata

Lasciato davanti all’abitazione nel Modenese da due uomini


Nel primo pomeriggio di oggi due uomini hanno suonato nel Modenese all’abitazione del presidente dell’Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, consegnandogli un pacco di cartone con sopra un foglio con su scritto ‘Frode Covid’, dicendogli, fra le altre cose, che gli ospedali sarebbero vuoti e che si toglie lavoro alle persone.

Bonaccini ha immediatamente allertato i carabinieri, lasciando su loro consiglio il pacco fuori casa. I militari hanno avuto modo di verificare il contenuto non pericoloso: cartacce e pannolini sporchi.

I militari hanno recuperato tutto il materiale per gli accertamenti del caso, sui quali riferiranno alla Procura della Repubblica di Modena, già allertata.

Il foglio sopra il pacco riportava anche: ‘Mittente: O.s.s., bimbi, famiglie, aziende, popolo italiano (rispettoso della Costituzione). Frode Covid’.

I carabinieri, d’intesa con la prefettura, la questura e il comando provinciale della Guardia di finanza, hanno inteso adottare ogni misura utile alla sicurezza di Bonaccini e della sua famiglia.

La solidarietà delle forze politiche
“Siamo tutti con Stefano Bonaccini. Forza Stefano”. Lo scrive su Twitter il segretario del Pd, Enrico Letta. “Solidarietà a Stefano Bonaccini per le intimidazioni subite. Cittadini, medici, scienziati, enti locali, regioni, governo: siamo tutti impegnati nella stessa battaglia, quella contro il Covid. Solo insieme riusciremo a vincerla”. Lo scrive su Twitter Mara Carfagna, ministro per il Sud e la Coesione territoriale. “Solidarietà e vicinanza a Stefano Bonaccini” sono state espresse dal governatore del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga. “Sono intimidazioni che indignano e che vanno rigettate e condannate con forza”, ha stigmatizzato Fedriga.

Bonaccini: proveremo a raddoppiare gli sforzi 
“Grazie davvero a tutti per vicinanza e solidarietà, arrivata da ogni dove. Raddoppierò gli sforzi cercando di fare sempre il massimo del dovere. Qui non si molla”. Così il presidente dell’Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, su Twitter dopo i messaggi di solidarietà per le minacce ricevute.

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *