Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Ottanta milioni per lo sport (dai bambini agli over 65), ora vanno presentati i progetti

Erano 300, tra collegati e in presenza, i rappresentanti degli Organismi sportivi. Sport e Salute ha dato il via questa mattina allo sprint per ottenere gli 80 milioni di euro stanziati dal governo per la promozione dello sport. C’è tempo fino al 9 settembre per presentare i progetti. Alla fine del mese, dopo la valutazione fatta da una commissione, verranno erogati i soldi. E’ il quarto filone di finanziamento allo sport che si affianca ai contributi ordinari, a quelli straordinari e alle risorse stanziate direttamente dall’esecutivo. Punta a creare sviluppo economico e nuovi investimenti per tutto il sistema. Da gennaio a oggi la sottosegretaria allo Sport, Vezzali, e Sport e Salute hanno illustrato modalità e finalità dello stanziamento, tanto che molti organismi hanno già pronti i progetti.

C’è stato un ritardo burocratico, non dovuto alla Vezzali e nemmeno a Cozzoli. Le Federazioni Sportive Nazionali, le Discipline Sportive Associate, gli Enti di Promozione Sportiva, le Associazioni Benemerite, i Gruppi Sportivi Civili e Militari dello Stato potranno presentare le proprie proposte per accedere a cinque diverse linee di finanziamento: 28 milioni per i progetti rivolti a bambini e adolescenti per rafforzare il sistema sportivo; 22,4 milioni per i progetti degli over 65 e ceti fragili in modo da rendere lo sport accessibile a tutti; 24 milioni per progetti scolastici e prescolastici e di avvicinamento delle famiglie allo sport; 4 milioni per progetti di attività motoria di base per rendere armonico e sano lo sviluppo delle giovani generazioni; 1,6 milioni per la formazione dei gestori di Associazioni e Società Sportive e degli Operatori sportivi.

La Lombardia vuole i Giochi Olimpici Invernali 2028 dei giovani
Disputare in Lombardia i ‘Youth Olimpic Winter Games 2028’, le Olimpiadi giovanili invernali. La proposta di candidatura è stata lanciata ufficialmente dal ministro del Turismo, Massimo Garavaglia, e dal presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, e illustrata al presidente del Coni, Giovanni Malagò. “L’ennesima sfida importante che punta a rendere la Lombardia protagonista di un evento di caratura internazionale e che ha basi solide e concrete, soprattutto in considerazione del fatto che la nostra Regione ospiterà le Olimpiadi invernali nel 2026”, spiega il governatore. Il Coni ha chiesto agli Enti proponenti uno studio di fattibilità che sarà sottoposto alla valutazione dei competenti Organi (Giunta e Consiglio Nazionale) prima di avviare le procedure ufficiali con il Cio così come previsto dalla Carta Olimpica.

Di Tommaso e Tagliente nominati Cavalieri di Gran Croce da Mattarella
Il prefetto Francesco Tagliente e il capo comunicazione del Coni, Danilo Di Tommaso, sono stati nominati Cavalieri di Gran Croce al merito della Repubblica dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella: si tratta della massima onoreficenza dello Stato italiano, concessa per altissimi benemerenze, ad esempio a Capi di Stato stranieri. Di Tommaso, giornalista, da anni cura la comunicazione al Coni, prima con Petrucci, ora con Malagò. Tagliente, ex atleta, è stato questore di Firenze e Roma, prefetto, di Pisa ma anche fra i fondatori dell’Osservatorio nazionale del Viminale sulle manifestazioni sportive.

Fonte: repubblica.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *