Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Opel Crossland, il restyling perde la X e guadagna nuovi motori

Per la Opel Crossland è ora di rifarsi il look. Con il restyling, appena presentato, il SUV della casa tedesca perde la X nel proprio nome, ma guadagna una serie di motorizzazioni omologate Euro 6d. Il facelift farà il suo debutto sul mercato ad inizio 2021, con un listino prezzi ancora da definire. Le novità non riguardano solo i propulsori, ma anche l’estetica, pur senza stravolgimenti. La Crossland all’anteriore adotta l’Opel Vizor, la mascherina nero lucido che unisce i gruppi ottici, con luci LED diurne. Inediti sono anche i paraurti, mentre il posteriore, con fari oscurati, è simile a quello della versione uscente.

All’interno dell’abitacolo della Opel Crossland restyling trova posto la strumentazione analogica, in accompagnamento all’head-up display e allo schermo da 8″ del sistema infotainment. Entra in gamma, poi, l’allestimento GS Line+, con cerchi in lega da 17″, portellone e tetto neri, i sedili Agr, i gruppi ottici a LED e le barre sul tetto. I tecnici di Opel hanno lavorato all’assetto e al servosterzo, ora più preciso. Opzionale, oltre ai servizi Opel Connect, è l’Intelligrip, sistema che garantisce, grazie all’elettronica di gestione, una maggiore trazione sui fondi difficili senza ricorrere alla trazione integrale.

Quanto alla gamma dei propulsori, sul fronte dei benzina troviamo il 1.2 ad aspirazione naturale da 83 CV e 118 Nm e il 1.2 turbo da 110 e 130 CV, con 205 e 230 Nm di coppia, rispettivamente. Ma si può anche optare per il diesel 1.5 da 110 o 120 CV, con 250 e 300 Nm di coppia massima. Opzionale sulla 1.2 turbo da 130 CV e sul 1.5 diesel da 120 CV è il cambio automatico a sei rapporti. Secondo i dati preliminari diffusi da Opel, i consumi dei modelli a benzina variano da 4,7 a 5,0 l/100 km (106-113 g/km), mentre il diesel si attesta su valori compresi tra i 3,5 e i 3,9 l/100 km e 93-103 g/km.

Ricca la dotazione di sistemi di assistenza alla guida della Opel Crossland restyling: ci sono il Forward Collision Alert con frenata automatica, il  Side Blind Spot Alert, il Lane Departure Warning, il Driver Drowsiness Alert, il Park Assist automatico, la retrocamera a 180° e lo Speed Sign Recognition collegato al Cruise Control.

Fonte: automoto.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *