Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Omicron, il virologo Silvestri: “Meno isteria collettiva, non è così preoccupante”

Senigallia (Ancona), 26 dicembre 2021– “Su Omicron dobbiamo uscire in fretta da un’ondata di isteria collettiva. E’ necessario recuperare una discussione seria, pacata, pragmatica, basata sui fatti”. Guido Silvestri, virologo di senigalliese, docente negli Usa alla Emory University di Atlanta, rivolge un appello: “Mentre i media mainstream straparlano di ‘tsunami Omicron’ e quelli alternativi delirano di vaccini tossici e di dittatura degli scienziati – spiega il fondatore della pagina social ‘Pillole di ottimismo’ – ci sono tre fatti importanti che stanno emergendo sulla nuova variante Omicron che meritano una seria discussione”.

Variante Omicron, Donini: “Entro due settimane dominante in Emilia Romagna”

Guido Silvestri

Il virologo Guido Silvestri polemizza con Speranza: “Ministro tra scienza e riti magici”

Omicron e mortalità

Primo fatto: “La letalità calcolata di Covid-Omicron sembra molto più bassa di quella delle varianti precedenti. Il dato dal Sudafrica su quasi 400mila casi parla di 0,26% di letalità, paragonata al 2,5-4% delle ondate precedenti. Questo nonostante la popolazione sia pienamente vaccinata solo al 26,3% (42% degli adulti). In accordo con questa osservazione, la pressione sulle terapie intensive del Sudafrica, un Paese da 60 milioni di abitanti, rimane bassa, con un totale di 546 letti occupati (molto meno che in Italia)”.

news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *