Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Omicidio a Centocelle, operaio uccide il suo coinquilino dopo una lite

Tragedia al civico 36 di via dei Frassini, a Centocelle, dove un uomo di 60 anni è stato ucciso da suo coinquilino al termine di una violenta lite. L’aggressione, generata per una serie di banali motivi, è sfociata nel sangue con l’aggressore, anche lui 60 anni, che ha colpito l’amico con una serie di oggetti in casa, prima di accanirsi contro di lui con una sedia

A dare l’allarme sono stati alcuni vicini che, udite le urla provenienti dall’appartamento, hanno chiamato il Numero Unico per le Emergenze intorno alle 21 di domenica sera. Sul posto i carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma e il personale medico del 118 che hanno trovato il 60enne, un operaio romeno, primo di sensi sul pavimento. Immediata la corsa in ospedale, all’ospedale San Giovanni, dove l’uomo è stato operato. 

Alle 4 del mattino di lunedì, però, il suo cuore ha smesso di battere e l’operaio è morto. In poche ore, quindi, la posizione del coinquilino 60enne, anche lui un operaio romeno, si è così aggravata facendo scattare immediatamente l’arresto per omicidio. L’uomo si trova nelle camere di sicurezza della caserma dei carabinieri, in attesa di essere portato in carcere. 

Secondo quanto ricostruito i due dividevano una stanza in un appartamento. Lavoratori, connazionali e amici, non è escluso che a far sfociare la lite tramutandola in tragedia, siano stati i fumi dell’alcol. In casa sono stati trovati una serie di oggetti in frantumi, verosimilmente usati nell’aggressione.

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *