Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Nuovo sbarco a Pozzallo, via libera all’arrivo della Sea Watch 3 con 440 migranti a bordo

L’anno si chiude così com’è iniziato, con un nuovo sbarco di migranti in Sicilia. A Pozzallo è tutto pronto per accogliere 440 immigrati a bordo della Sea Watch 3, la nave dell’omonima Ong tedesca che già da circa una settimana stazionava a largo delle coste siciliane.

Da Roma nelle scorse ore è arrivato il via libera per l’approdo. A comunicarlo sono stati gli stessi attivisti. “Le autorità – si legge sul canale Twitter di Sea Watch – hanno indicato il porto di Pozzallo come luogo di sbarco”. L’approdo di oltre 400 migranti rappresenta uno degli arrivi più importanti di questo 2021.

Per la verità nell’anno che ci sta salutando si è assistito anche a maxi sbarchi con più di 500 migranti. Le Ong sono tornate, nell’arco degli ultimi 12 mesi, molto operative. Dopo un 2020 in cui l’attività delle varie navi si era ridotta per via della pandemia, che ha comportato spesso quarantene per gli equipaggi, adesso si è tornati ai livelli precedenti. Quelli cioè contrassegnati dagli scontri con l’allora titolare del Viminale, Matteo Salvini.

Si calcola che circa il 15% del totale dei migranti arrivati in Italia nel 2021 sia sbarcata da navi Ong. Un numero solo apparentemente ridotto. In termini assoluti vuol dire più di 8.000 persone entrate nel nostro Paese tramite le Ong. Ma soprattutto ogni richiesta di porto sicuro da parte degli attivisti è una pressione in più sia per l’attuale ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, che per l’intero governo.

La maggioranza è formata come si sa da un ampio ventaglio di partiti che sull’immigrazione hanno sensibilità differenti. Se il Pd spesso ha sposato la retorica delle Ong, ovviamente non è così per la Lega.

L’impennata di sbarchi del 2021, complessivamente arrivata a oltre il 50% rispetto all’anno precedente, e l’attivismo delle Ong non ha mancato di creare polemiche e frizioni tra la Lega e il ministro Lamorgese, oltre che tra i vari partiti della maggioranza.

Con lo sbarco odierno, il totale dei migranti arrivati irregolarmente in Italia dal primo gennaio è di 67.480. Nel 2020 invece le persone sbarcate lungo le nostre coste sono state 34.134. Un trend che oramai va avanti dal 2019: dopo il “record” negativo di sbarchi, con la cifra dei migranti sbarcati ferma a 11.471, il bienno contrassegnato dalla pandemia è stato caratterizzato, tra le altre cose, anche da un notevole incremento sia di approdi autonomi che di sbarchi tramite navi Ong.

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *