Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Nuovi motori per le Range Rover Evoque e Discovery Sport

NUOVO DIESEL – Le suv Land Rover Discovery Sport e Range Rover Evoque sono i modelli d’accesso dei rispettivi marchi. Condividono la piattaforma PTA del gruppo inglese e anche i motori, la cui gamma oggi si aggiorna con il nuovo 4 cilindri 2.0 turbodiesel dotato di sistema ibrido leggero, offerto in due livelli di potenza: 165 CV per le versioni D165 e 200 CV per le D200. In precedenza il 2.0 aveva 150 CV, anche in versione non ibrida, o 180 CV già con sistema ibrido leggero.

HANNO L’IBRIDO – Il sistema ibrido leggero (MHEV) è composto da un motorino elettrico, collegato al motore principale tramite una cinghia, alimentato da una batteria dedicata e collegata ad un impianto elettrico supplementare a 48 volt. Il motore elettrico viene utilizzato in tre modi: per dare una spinta ulteriore al motore termico nelle accelerazioni, come generatore nei rallentamenti per caricare la batterie e per gestire al meglio la fase di start&stop senza scossoni. Il tutto rende più efficiente il motore termico e permette di risparmiare qualche litro di gasolio.

> Nelle foto qui sopra la Evoque, sotto la Discovery Sport.

3 CILINDRI – Insieme alle nuove versioni diesel, la casa inglese annuncia l’inedita Range Rover Evoque P160, con il turbo benzina 3 cilindri 1.5 da 160 CV e 260 Nm di coppia. Questo motore fa parte della famiglia di propulsori modulari Ingenium, la stessa dei 4 cilindri 2.0 e 6 cilindri 3.0, e ha diverse soluzioni per il miglioramento dell’efficienza e del rendimento: ne è un esempio il turbo di tipo twin scroll, dove il condotto che porta i gas di scarico nella chiocciola è sdoppiato. Per la Discovery Sport arriva invece il pepato benzina 4 cilindri 2.0 con 290 CV, destinato alla versione Black Edition. 

SEMPRE CONNESSA – Oltre ai nuovi motori, le Land Rover Discovery Sport e Range Rover Evoque montano il nuovo sistema multimediale Pivi, connesso ad internet grazie ad una scheda sim integrata e dotato di funzionalità prima assenti: il bluetooth consente di abbinare due dispositivi contemporaneamente, può essere aggiornato via internet senza bisogno di andare in concessionaria, ha Spotify preinstallato e dunque la riproduzione della musica avviene senza la necessità di connettere uno smartphone. Il sistema Pivi Pro dispone anche di navigatore satellitare proprietario. 

ARIA PULITA – Infine, le due suv ricevono il Cabin Air Filtration, che trattiene particelle di particolato, allergeni, polline e anche forti odori, migliorando così la qualità dell’aria nell’abitacolo. Per la Discovery Sport c’è l’evoluto sistema di guida assistita Advanced Driver Assistance, mentre entrambe ricevono il Rear Collision Monitor: grazie a radar alloggiati posteriormente, le suv frenano da sé quando il guidatore non scorge un ostacolo mentre fa retromarcia. Il sistema funziona fino alla velocità di 30 km/h.

Fonte: alvolante.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *