Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Nuova Seat Leon e-HYBRID: motore, tecnologia e allestimenti


La bestseller Seat debutta sul mercato con una versione elettrificata, il primo modello ibrido plug-in.

27 dicembre 2020 – 17:00

La nuova Seat Leon e-HYBRID prosegue sulla strada delineata dalle generazioni precedenti e, oltre ad aver fatto enormi passi in avanti in termini di connettività, dinamismo e sicurezza, ha aperto un nuovo capitolo dal punto di vista dell’efficienza. L’ultima generazione della vettura integra un sistema ibrido plug-in, rendendo Seat Leon e-HYBRID il primo modello ibrido plug-in del marchio e ricoprendo così un ruolo importante nell’offensiva elettrica di SEAT, sia nella versione hatchback, sia Sportstourer.


Nuova Seat Leon e-HYBRID: propulsore

La quarta generazione di Leon aumenta l’efficienza con un sistema ibrido plug-in composto da un propulsore benzina TSI 1.4 da 150 CV (110 kW) e un motore elettrico da 115 CV (85 kW) in grado di erogare complessivamente una potenza di 204 CV (150 kW) e una coppia di 350 Nm (combinata). La dinamica che ci si aspetta da un modello Seat si combina con l’efficienza richiesta da una società in evoluzione. La nuova Seat Leon e-HYBRID diventa così il modello più potente ed efficiente del marchio.

Grazie alla batteria agli ioni di litio da 12,8 kWh, la Seat Leon è in grado di viaggiare fino a 64 km (72 km nel ciclo NEDC) in modalità completamente elettrica. Combinando il motore elettrico e quello a benzina, Seat Leon e-HYBRID può percorrere 800 km.

Il conducente mantiene un grande controllo sul sistema e può scegliere di conservare il livello di carica della batteria, utilizzandolo poi in situazioni in cui è necessario viaggiare a zero emissioni. E quando la batteria sta per esaurirsi, il propulsore ritorna alla modalità ibrida. In questo caso, quando si raggiunge una fonte di energia, la batteria può essere collegata alla rete e ricaricata in appena 3 ore e 40 minuti utilizzando un caricatore da 3,6 kW (Wallbox) o in poco meno di 6 ore con un caricatore da 2,3 kW.

Ritornando a bordo, la ibrida plug-in utilizza il cambio automatico DSG per massimizzare l’efficienza. Il sistema a sei rapporti di Seat Leon sfrutta ora la tecnologia shift-by-wire, progettata in modo che il selettore delle marce non sia collegato meccanicamente al cambio, ma utilizzi segnali elettronici per il passaggio da un rapporto all’altro.

Nuova Seat Leon e-HYBRID: design

Nuova Seat Leon e-HYBRID vanta un design particolarmente evoluto: il rinnovato linguaggio stilistico degli esterni e degli interni le conferisce una personalità ancor più decisa grazie alle proporzioni complessive migliorate, al frontale più grintoso e alle linee più filanti. La nuova Leon illumina la strada nel segmento con una gamma di tecnologie innovative che comprendono illuminazione ambiente wraparound per gli interni, luci posteriori coast-to-coast, indicatori di direzione dinamici, fari full LED e luci di benvenuto.

La versione hatchback di SEAT Leon e-HYBRID misura 4.368 mm in lunghezza, 1.799 mm in larghezza e 1.460 mm in altezza, mentre la versione Sportstourer è lunga 4.642 mm, larga 1.799 mm e alta 1.456 mm. L’interasse misura 2.682 mm sia per hatchback, sia per Sportstourer.

Tenendo conto che la batteria si trova sotto il fondo del bagagliaio, la capacità di carico della variante hatchback e-HYBRID è pari a 270l, che arrivano a 470l per la Sportstourer.

Nuova Seat Leon e-HYBRID: interni

Gli interni della nuova Seat Leon e-HYBRID sono concepiti all’insegna di funzionalità, minimalismo ed eleganza, e ciò è visibile fin dal primo istante in cui si sale a bordo e ci si siede al volante, interfaccia di collegamento principale tra conducente e auto.

La plancia dalla superficie liscia, sottile eppure ampia, trasmette una sensazione di leggerezza e sembra fluttuare nell’aria. L’effetto è creato con l’ausilio di modanature decorative che circondano la plancia e continuano lungo le porte anteriori. Tutto nell’abitacolo è progettato per essere preciso dal punto di vista ergonomico e aumentare il comfort dei passeggeri.

I protagonisti indiscussi dell’abitacolo sono lo schermo centrale da 10” del sistema di infotainment e il Digital Cockpit da 10,25”, di serie nella versione e-HYBRID di Leon. Lo schermo del sistema di infotainment comprende il riconoscimento gestuale, che assicura un’interazione precisa con i passeggeri e riduce il numero dei pulsanti fisici necessari. Il design grafico “diagonale” dello schermo si ispira alla più rinomata via di Barcellona, la Diagonal.

Nuova Seat Leon e-HYBRID: connettività

La connettività in-car (Full Link che include Android Auto e CarPlay Wireless; funzioni e servizi online) consente di rimanere connessi con il mondo esterno. La combinazione di Seat Connect e del sistema e-HYBRID assicura un controllo ancora maggiore sulla vettura, con una gamma più amplia di funzioni che possono essere monitorate tramite app (tra cui quelle di gestione della batteria), sia all’interno, sia all’esterno dell’auto.

Nuova Seat Leon e-HYBRID: sicurezza

Grazie al Cruise Control adattivo predittivo, all’Emergency Assist, al Travel Assist e al Side and Exit Assist, SEAT Leon è equipaggiata con alcuni dei sistemi di assistenza alla guida più avanzati per garantire una protezione ottimale in qualsiasi condizione di guida.

Nuova Seat Leon e-HYBRID: allestimenti

Nuova Seat Leon e-HYBRID è disponibile in abbinamento ai due allestimenti top di gamma Xcellence ed FR, e coniuga una ricca gamma di tecnologie di serie e optional offrendo tutto ciò di cui il conducente ha bisogno con una personalizzazione ai massimi livelli.

Nuova Seat Leon e-HYBRID: Xcellence

Nella versione Xcellence, nuova Seat Leon e-HYBRID offre il Kessy Advanced (sistema di accesso e di avviamento senza chiave), due porte USB-C aggiuntive posteriori, in modo che i passeggeri possano sempre ricaricare i propri dispositivi, e introduce Climatronic tri-zona con sistema Aircare e bracciolo anteriore e posteriori. Il conducente può usufruire del Seat Virtual Cockpit di serie, che rende tutte le informazioni necessarie facilmente accessibili e consente di personalizzare quanto viene visualizzato, e dello schermo del sistema di infotainment da 10”.

Gli interni vantano anche il sistema Full link (wireless con Apple CarPlay), sedili in colori e con finiture specifici Xcellence e volante decorato con il logo Xcellence; si aggiungono inoltre il pacchetto illuminazione interna a LED Smart Wraparound, il Convenience Pack (con funzione automatica coming & leaving home, specchietto interno antiabbagliamento e sensore luci e pioggia), il pacchetto design degli interni e i sensori di parcheggio posteriori.

L’allestimento Xcellence include cerchi in lega Dynamic da 17”, gruppi ottici posteriori full LED con illuminazione posteriore coast-to-coast, fendinebbia anteriori a LED e luci di direzione dinamiche. Al look degli esterni si aggiunge la griglia diamantata stampata a caldo, i finestrini laterali con cornice cromata (i finestrini posteriori sono anche oscurati), i mancorrenti al tetto cromate, i sensori di parcheggio posteriori e gli specchietti esterni ripiegabili elettricamente.

L’allestimento Xcellence comprende inoltre supporto lombare per il passeggero, battitacco in alluminio illuminati nelle porte anteriori, illuminazione dei pannelli delle porte e filtro Aircare.

Nuova Seat Leon e-HYBRID: FR

L’allestimento top di gamma FR offre, in aggiunta alla dotazione di serie offerta dall’allestimento Xcellence, i cerchi in lega “Performance Machined” da 18”, i paraurti, le sospensioni e i terminali di scarico simulati specifici, il logo FR posteriore con scritta e-HYBRID, il Seat Drive Profile e il cielo dell’abitacolo nero. L’allestimento FR vanta inoltre sedili sportivi anteriori con finitura in tessuto sportivo e volante specifico FR con logo, che aggiungono un tocco di sportività alla nuova Leon. A differenza dell’allestimento Xcellence, la Seat Leon FR prevede di serie il sistema Kessy Go (avviamento senza chiave), mentre il Kessy Advanced è disponibile su richiesta.

—–

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo auto e moto, sugli autovelox e su come difendersi dalle truffe, è possibile iscriversi gratis al canale Quotidiano Motori su Telegram.

Vi invitiamo a seguirci su Google News su Flipboard, ma anche sui social come Facebook, Twitter, Pinterest e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e le vostre esperienze commentando i nostri articoli.

Fonte: quotidianomotori.com

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *