Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Nuova Citroën C4, dopo l’elettrica debutta la gamma con i motori termici

GRUPPO PSA

La nuova media del brand francese si segnala sia per il look da crossover che però è abbinato a soluzioni estetiche oltre che funzionali tipiche dell’originalità progettuale del marchio

di Corrado Canali

default onloading pic

La nuova media del brand francese si segnala sia per il look da crossover che però è abbinato a soluzioni estetiche oltre che funzionali tipiche dell’originalità progettuale del marchio


3′ di lettura

Più che l’erede della Cactus, da considerarsi un modello al di là del bene e del male all’interno della gamma di Citroen, la nuova C4 è di fatto la terza generazione della classica media prodotta fra il 2004 e il 2018 e che era destinata a competere con modelli analoghi come la Ford Focus, Opel Astra e Volkswagen Golf. Oggi la nuova è assai diversa anche perché ha una maggiore altezza da terra e soprattutto perché strizza l’occhio al mondo dei crossover, soluzione in linea con i gusti attuali degli automobilisti europei e non solo, sempre meno disponibili a puntare su della berline che dichiarino uno stile di tipo tradizionale.

L’aspetto è da crossover, il Dna è tipico di Citroën La nuova C4 oltre all’aspetto da crossover offre anche dettagli in sintonia con la tradizionale originalità del marchio francese come i nuovi fari anteriori su tre livelli con le sottili luci diurne che propongono una sorta di prolungamento della mascherina e dei passaruota bombati a cui si aggiunge il tetto spiovente verso una coda. Sulla base di un’eredità di oltre 12,5 milioni di unità vendute fra i modelli precedenti che hanno preceduto l’ultima arrivata dalla Ami alla GS, dalla BX alla Xsara fino alle recenti C4 Cactus e SportTourer, la Casa francese ha accentuato il Dna anticonformista e innovativo del brand con soluzioni come il taglio delle luci a Led e le superfici scavate sul cofano e sul tetto, inedite.

Copyright William CROZES @ Continental Productions

Dimensioni compatte, tetto inclinato, ma un grande bagagliaio
Le dimensioni della nuova C4 sono compatte: è infatti lunga 4,36 metri, è alta 1,52 metri e larga 1,8 metri. L’altezza minima da terra è di 156 mm che la pone a metà strada tra la C3 e la C5 Aircross. Anche se la coda è sfuggente e il lunotto molto inclinato, il bagagliaio è accreditato di una capacità minima di 380 litri con una soglia di carico sufficientemente bassa, ma abbassati gli schienali dei sedili dietro è possibile arrivare fino a 1.250 litri. A ciò vanno aggiunte le novità cromatiche che consentono 31 varianti per gli esterni da abbinare a 6 interni e a cerchi di lega di diverso design da 16, 17 e 18 pollici.

L’abitacolo
Il confort di marcia è, secondo la casa, uno plus anche della nuova C4 come del resto di tutte le più recenti Citroen. Il merito è delle sospensioni Progressive Hydraulic Cushions e dei sedili Advanced Comfort con funzione di massaggio e di riscaldamento. Vanno poi messe in conto le grandi superfici vetrate a cui si aggiunge la presenza del tetto di vetro che accentua la luminosità interna e di conseguenza anche il benessere a bordo. In tema di sicurezza vanno poi messi in conto i numerosi assistenti alla guida di Livello 2, l’head-up display a colori, la ConnectedCam e l’infotainment dotato di schermo da 10 pollici oltre ai servizi connessi che sono disponibile per la nuova C4 che non manca di soluzioni originali, come lo Smart Pad Support, un supporto per tablet utilizzabile dal passeggero anteriore. A beneficio della versione elettrica della C4, la e-C4 ci sono poi specifici comandi della trasmissione e pulsanti retroilluminati oltre ad essere mantenuta la possibilità di scegliere tra tre diverse modalità di guida che sono offerte anche dal resto della gamma.

Copyright William CROZES @ Continental Productions

La meccanica prevede motori termici e per la prima volta l’elettrico
La struttura meccanica della nuova C4 è comune ad altri modelli del gruppo PSA. A cominciare dalla piattaforma modulare CMP (Compact Modular Platform) già impiegata sulla Peugeot 208/2008. sulla nuova Opel Corsa Mokka e sulla Ds3 Crossback.

Fonte: ilsole24ore.com

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *