Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Notizie da: Moonbug Entertainment, Blackstone, Mission BioCapital, Section 32, KKR, Deutsche Bank, GCF, Qatar, Rolls-Royce

Moonbug Entertainment Ltd., la prima azienda mondiale di intrattenimento per bambini digitale, ha annunciato oggi di aver stipulato un accordo definitivo per l’acquisizione da parte della società di media di recente costituzione gestita da importanti dirigenti dell’intrattenimento Kevin Mayer e Tom Staggs e sostenuto dal capitale di investimento di Blackstone. Si veda qui il comunicato stampa.  Il CEO di Moonbug, René Rechtman e il COO John Robson, e il team di gestione e gli azionisti esistenti, manterranno le quote azionarie nella società di media sostenuta da Mayer-Staggs-Blackstone. Fondata nel 2018, Moonbug ha rapidamente costruito un pubblico familiare globale leader del settore attraverso i suoi spettacoli molto popolari come CoComelon, Blippi, Little Baby Bum e molti altri. Il loro contenuto appare in 27 lingue su più di 100 piattaforme in tutto il mondo come YouTube, Netflix, Hulu, HBO, Amazon e Sky. Gli spettacoli Moonbug promuovono valori sani come compassione, empatia e resilienza per i bambini di tutto il mondo. CoComelon di Moonbug è attualmente il secondo canale YouTube più sottoscritto con circa 120 milioni di iscritti in tutto il mondo e lo spettacolo per bambini più visto su Netflix. Questa è la seconda acquisizione per la nuova società di media di Mayer e Staggs sostenuta da Blackstone, dopo l’acquisizione di Hello Sunshine, la società di media orientata alla missione che mette le donne al centro di ogni storia che crea, fondata da Reese Witherspoon. L’azienda è una casa indipendente e a misura di creatore per marchi e franchising all’avanguardia, di alta qualità e che definiscono la categoria. Riunendo talenti d’élite che operano all’intersezione di contenuti, comunità e commercio, aiuta a posizionare le principali aziende di intrattenimento per una crescita accelerata e sostenibile nel mercato attuale e oltre.

Mission BioCapital, un investitore in Mammoth Biosciences, Nitrase Therapeutics e altri, ha più che raddoppiato il suo quarto fondo con $ 275 milioni per la sua quinta raccolta  di fondi per finanziare nuove startup. Si veda qui fiercebiotech. Insieme alla scorta di capitale fresco, Mission ha ampliato il suo team di investimento per includere Michael Taylor, Ph.D., veterano di 24 anni di Pfizer ed ex CEO di Deciphera Pharmaceuticals, e Steve Tregay, Ph.D., CEO fondatore di Forma Therapeutics. Taylor diventa partner operativo e Tregay assume la carica di partner di co-gestione, ha detto Mission giovedì. Con uffici in due dei più grandi centri di incubazione della biotecnologia, Cambridge, Massachusetts e San Francisco, Mission mira a utilizzare il quinto fondo per concentrarsi sulla creazione di nuove startup piuttosto che semplicemente investire in esse. L’investitore lavorerà con ricercatori accademici e imprenditori per lanciare aziende con nuove tecnologie, ha affermato l’azienda. Il fondo ha già contribuito al lancio di quattro società: ARase Therapeutics, Arclight Therapeutics, Jupiter Bioventures e Telo Therapeutics. Complessivamente, il quinto fondo è andato finora a sette società. Il denaro andrà a più startup in fase iniziale di biotecnologia, diagnostica, dispositivi medici, strumenti di laboratorio e consegna di farmaci. Tregay ha esperienza nel mondo degli investimenti come ex amministratore delegato di Novartis Venture Fund e capo delle alleanze strategiche per i Novartis Institutes for BioMedical Research. Mission è l’ultimo negozio di VC a svelare un fondo incentrato sulle scienze della vita. Frazier Healthcare Partners ha raccolto ben 830 milioni di dollari da investire in società di scienze biologiche quotate in borsa, ha dichiarato la società la scorsa settimana.

Diverse startup fortunate che sviluppano nuove tecnologie per trasformare il campo medico stanno per diventare un po’ più ricche: 740 milioni di dollari in più, per l’esattezza. La società di venture capital di San Diego Section 32 ha dichiarato questa settimana di aver chiuso il suo quarto fondo con quasi tre quarti di miliardo di dollari, pronto per essere distribuito alle aziende nelle sue aree target di tecnologia, assistenza sanitaria e l’intersezione dei due. Si veda qui fiercebiotech  Il Fondo 4, l’ultimo di un elenco di pool di finanziamento che sono cresciuti sempre più da quando Sezione 32 è stata lanciata nel 2017 con il suo primo fondo da 100 milioni di dollari, porta il patrimonio totale dell’azienda a oltre 1,8 miliardi di dollari. Come con i suoi predecessori, il quarto fondo include il sostegno di una varietà di investitori nuovi ed esistenti che abbracciano organizzazioni e fondazioni filantropiche, senza scopo di lucro e educative, nonché leader sia tecnologici che sanitari. La Sezione 32 ha già iniziato a distribuire il nuovo denaro. Dalla chiusura iniziale del Fondo 4 a luglio, la società ha dichiarato di aver effettuato otto investimenti dal pool di $ 740 milioni. Sezione 32 ha sostenuto più di 70 società dalla sua fondazione nel 2017. Sebbene quel portafoglio includa diverse startup tecnologiche posizionate al di fuori dell’assistenza sanitaria, come Coinbase e Crowdstrike, la maggior parte sta lavorando per sviluppare nuove tecnologie mediche. I suoi obiettivi di tecnologia sanitaria spaziano da sviluppatori di diagnostica come Thrive Early Detection e Cue Health, a sequenziatori di DNA come C2i Genomics e TwinStrand Biosciences, a società incentrate sui dati come Sema4 e Ciitizen.

KKR ha acquistato 2,4 trilioni di KRW (2 miliardi di dollari) di azioni della società energetica sudcoreana SK E&S. Si veda qui altassets. Il prezzo delle azioni di SK E&S è sceso del 30% dal suo massimo di 355.000 KRW nel gennaio di quest’anno per chiudere venerdì a 247.500 KRW per pezzo. L’azienda ha affermato che le azioni sono azioni privilegiate convertibili riscattabili che forniranno all’azienda l’opportunità di ricevere denaro o riscatto in natura come opzione di rimborso in futuro, nonché l’opportunità di convertirsi in azioni ordinarie. Fondata nel 1999, SK E&S fa parte del conglomerato sudcoreano SK Group. Fornisce servizi a monte dallo sviluppo dei giacimenti di gas all’estero fino alla produzione di energia a valle, all’energia distrettuale e alla distribuzione del gas in città. Gestisce un’attività di gas di città che distribuisce gas naturale in otto regioni della Corea del Sud. L’azienda ha affermato che il nuovo finanziamento trasformerà l’azienda in un fornitore globale di energia pulita. KKR ha effettuato il suo investimento dal suo Fondo per le infrastrutture dell’Asia del Pacifico, che ha chiuso con un hard cap finale di $ 3,9 miliardi a gennaio . La società ha anche  chiuso l’Asia Fund IV con 15 miliardi di dollari ad aprile , diventando così il più grande fondo di private equity dedicato alla regione Asia-Pacifico.

Deutsche Bank insieme al Green Climate Fund (GCF) ha firmato oggi un accordo che impegna il GCF a contribuire con 80 milioni di dollari come seed e anchor investor a un programma di investimenti in energie rinnovabili. Si veda qui il comunicato stampa. DWS, il gestore patrimoniale indipendente di proprietà maggioritaria di Deutsche Bank, sarà l’entità esecutiva e si è impegnata a contribuire con il 3% del previsto strumento di investimento di 500 milioni di dollari. Il programma sarà implementato nell’Africa subsahariana dal team di DWS per gli investimenti sostenibili. La firma è avvenuta durante una cerimonia ufficiale tenutasi alla COP26 di Glasgow ospitata da Deutsche Bank, con rappresentanti di tutte e tre le istituzioni. Il programma di investimento in energia verde è un finanziamento misto e un veicolo riconosciuto dalla SFDR9. Mira agli investimenti in soluzioni energetiche innovative per supportare la decarbonizzazione della produzione di energia per l’industria e le famiglie nei paesi dell’Africa subsahariana che hanno confermato il loro sostegno al programma. Il programma si concentrerà sui mercati in cui la fornitura di energia elettrica è inefficiente, eccessivamente costosa e insufficiente a sostenere una rapida crescita economica. Sosterrà il passaggio della produzione di elettricità dalle centrali elettriche centralizzate su larga scala alla produzione di energia rinnovabile decentralizzata che è vicina al punto di consumo. Questo programma investirà nella produzione di energia rinnovabile, consentendo alle PMI e ai consumatori di accedere a un’energia affidabile e conveniente. Ha stabilito obiettivi prefissati per monitorare i progressi nel periodo di investimento che misureranno i contributi allo spostamento del mercato nei paesi target verso una fornitura di energia neutrale rispetto ai gas serra.

Qatar e Rolls-Royce si uniranno in un progetto multimiliardario per sviluppare e investire in start-up di tecnologia verde nel Regno Unito e nello stato del Golfo Arabo che sperano sarà raggiungere lo status di “unicorno” con un valore di oltre $ 1 miliardo. Si veda qui Reuters.  In una dichiarazione congiunta hanno affermato che mirano a creare cinque di queste società in rapida crescita entro il 2030 e fino a 20 entro il 2040, aggiungendo che l’impresa avrà sede in un paio di campus scientifici e ingegneristici che Doha finanzierà nel nord dell’Inghilterra e in Qatar. I partner hanno affermato che i campus saranno un banco di prova per le start-up per “provare e scalare” le tecnologie per combattere il cambiamento climatico. Hanno detto che non avevano ancora deciso la posizione esatta o il design di entrambi i campus, ma avrebbero annunciato di più a “metà del 2022”. L’annuncio del più grande fornitore mondiale di gas naturale liquefatto e del gruppo aerospaziale – riportato per la prima volta dal Times di Londra sabato – è arrivato mentre i leader mondiali hanno iniziato il vertice sui cambiamenti climatici COP26 a Glasgow.

Fonte: bebeez.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *