Viva Italia

Informazione libera e indipendente

“No Meloni day”, il corteo degli studenti. Vernice a negozio Enel, poi la protesta ad Assolombarda

Il giorno della protesta. Oggi, venerdì 18 novembre, a Milano va in scena il “No Meloni day”, la manifestazione indetta dai collettivi studenteschi per protestare contro il neonato esecutivo guidato dalla premier Giorgia Meloni. Il ritrovo alle 9.30 in largo Cairoli, prima del corteo per le vie del centro città. Nel mirino dei manifestanti gli scarsi fondi destinati all’Istruzione e l’alternanza scuola lavoro, che ha già fatto tre vittime. Oltre, chiaramente, alle idee del nuovo governo, considerate “neofasciste” dai giovani. 

Dopo l’avvio del corteo, con migliaia di manifestanti, è partita una protesta contro la sede dell’Enel in via Broletto, presa di mira con la vernice. Alcuni giovani hanno dato fuoco ad una bandiera di Fratelli d’Italia. Un altro punto ‘caldo’ è quello della sede di Assolombarda, in via Pantano, dove alcuni manifestanti si sono presentati con fumogeni e uno striscione che recitava “fuori i privati dalle scuole”, per protestatre contro le morti sul lavoro, in particolare durante l’alternanza scuola-lavoro: gli studenti, dopo aver mostrato guanti rossi a simboleggiare mani insanguinate, si sono inginocchiati per un minuto di raccoglimento. Verso le 11 e 20, poi, gli studenti sono entrati nel cortile della Statale in via Festa del Perdono.

Martedì sera, proprio in vista della protesta, le ragazze e i ragazzi del coordinamento dei collettivi studenteschi avevano improvvisato una occupazione lampo all’ingresso della sede di Assolombarda, in via Pantano. I giovani, vestiti con tute bianche sporche di sangue, avevano lasciato dei caschi gialli a terra – con accanto macchie di vernice – e avevano esposto lo striscione “governi e Confindustria ci avete rubato il futuro”, accompagnato dai cartelli “parlate di sicurezza e noi continuiamo a morire a scuola” e “Lorenzo, Giuliano e Giuseppe, omicidi di Stato”, in riferimento ai tre ragazzi morti in incidenti in fabbrica proprio durante l’alternanza. 

Per permettere lo svolgimento della manifestazione Atm ha già fatto sapere che le linee di tram 1, 2, 3, 4, 12, 14, 15, 16, 19, 24 e 27 e le linee di bus 50, 54, 57, 58, 60, 61, 65, 67, 68, 73, 84 e 94 saranno deviate. 
 

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *