Viva Italia

Informazione libera e indipendente

No mask e ultradestra ritornano in piazza. “Schiaffo alle vittime”

«Noi siamo il popolo» : lo striscione d’apertura dell’adunata “No mask” in programma oggi dalle 16 alle 20 alla Bocca della Verità è pronto. Gli ultimi dettagli della giornata negazionista che, nelle speranze degli organizzatori, dovrebbe richiamare in circa 5mila persone, sono stati messi a punto nel quartier generale romano di Forza Nuova in via Taranto, a San Giovanni. Ci sono proprio il segretario Roberto Fiore, il vicesegretario Giuliano Castellino, l’ex avanguardia nazionale Vincenzo Nardulli in testa al popolo che oggi sarà in piazza per « combattere la dittatura sanitaria, la fake news del Covid».

rep

Editoriale

Coronavirus, i tre inganni dei negazionisti

La quattro ore unirà un popolo eterogeneo, dai «fascisti» di Forza Nuova agli ex forconi, insieme ai Gilet arancioni ( ma non ci sarà Pappalardo), i No vax, i No 5g, i seguaci di QAnon, Il popolo delle mamme, con «Nonna Maura» Granelli, la responsabile per la Liguria di “Salviamo i bambini dalla dittatura sanitaria”. La sigla corrisponde a uno degli slogan ricorrenti nella propaganda forzanovista fin dall’ aprile scorso. Insomma, il primo appuntamento “No mask” italiano dopo le proteste tedesca e svizzera tiene insieme un magma di anime che non disdegnano le parole d’ordine dell’estrema destra. Ci saranno gli ex 5s, come la deputata Sara Cunial, il consigliere regionale Davide Barillari («non andrò sotto le bandiere di Forza Nuova» aveva detto a Repubblica), l’arcivescovo anti- Bergoglio Carlo Maria Viganò, il cantante Povia, il filosofo di Vox Diego Fusaro, ok alla protesta anche da Vittorio Sgarbi.

 

« Questa gente si dovrebbe vergognare – taglia corto il vicesegretario del Pd Lazio Enzo Foschi – va in piazza contro i più deboli, gli anziani, le persone più a rischio. Non si scherza, né si fa politica sulla vita o sulla la morte delle persone. Questa manifestazione è un offesa a chi tutti i giorni combatte in prima linea il virus » . Il vicepresidente nazionale dell’Anpi Ginafranco Pagliarulo bolla il raduno come « grottesco e stomachevole ». La capogruppo dem al municipio I Sara Lilli, ricordando gli scontri del 6 giungo al Circo Massimo, si augura che «che venga bloccata e vietata ogni forma di oltraggio alle regole » . A questo serviranno le riprese della polizia scientifica.

 

Cronaca

Coronavirus, Sgarbi fa affiggere manifesti “no mask’. “Sutri è una città santa. Non si deve cedere alla paura”

Ieri il bollettino parlava di 171 contagi nel Lazio dei quali 106 a Roma e zero decessi. L’assessore alla Sanità della Regione Lazio Alessio D’Amato ha annunciato che il virologo Andrea Crisanti sarà consulente della Regione per il piano di test rapidi. «I dati del ministero confermano un rischio basso nel Lazio – dice D’Amato – adesso andiamo avanti con un milione di test rapidi per ripartire in sicurezza ».

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *