Viva Italia

Informazione libera e indipendente

NHL, lo spettacolo delle Finali di Conference su Sky Sport

Una partita di hockey non è mai una sfida tra due giocatori. Figuratevi una intera serie di playoff. Ma per raccontare il fascino delle finali di conference della NHL 2022, si può partire dal confronto che ruba inevitabilmente l’attenzione. Colorado contro Edmonton è soprattutto Nathan Mac Kinnon contro Connor McDavid. I due leader, i due trascinatori. I due giocatori riconosciuti universalmente come i più forti di questa generazione di giovani campioni NHL che è pronta a prendersi la scena. Due fenomeni a cui manca solo la Stanley Cup per una definitiva consacrazione. Uno dei due continuerà il suo tentativo di raggiungere la coppa dei desideri e della gloria eterna. In gara 1 ha vinto Colorado, in una folle partita finita 8 a 6, dove i portieri sono serviti soprattutto a raccogliere i dischi finiti in fondo alla gabbia piuttosto che opporsi ad attaccanti scatenati. Per i due fenomeni un gol a testa. Ovviamente c’è molto di più tra Avalanche e Oilers. Edmonton ha una linea fenomenale quando schiera McDavid con Draisaitl e Kane, l’attacco di Colorado è più distribuito e trova più facilmente contributi dalle altre linee oltre a quella di Mac Kinnon. I portieri sembrano marginali in una serie del genere, anche perché entrambi non sono il pezzo forte della squadra. Non lo è il 40enne Mike Smith degli Oilers, sostituito da Koskinen in gara 1, e nemmeno Darcy Kuemper degli Avalanche che oltretutto si è infortunato nel corso della prima partita, sostituito da Francouz.

I due portieri sono invece il duello principale con cui si può presentare la serie tra Rangers e Lightning. Igor Shesterkin contro Andrei Vasilevskiy. Due russi. Il primo è stato nettamente il miglior portiere della stagione, il secondo è stato nettamente il miglior portiere degli ultimi playoff. Gara 1 ha dato conferme a Shesterkin, nella vittoria per 6 a 2 dei Rangers. Soprattutto quando si gioca al Madison Square Garden, New York e Shesterkin sono quasi imbattibili. Vasilevskiy e Tampa Bay sono alla caccia del terzo titolo di fila, un’impresa che sarebbe clamorosa nell’hockey moderno. Hanno una grande esperienza, hanno vissuto tanti momenti come questo. Quindi, anche dopo gara 1, niente panico. I Lightning hanno una statistica che non mente: non hanno mai perso due gare consecutive nei playoff da quando alzano la coppa. Giocatori come il capitano Stamkos, Victor Hedman e Nikita Kucherov sono una garanzia. Non lasceranno il ghiaccio senza provarci fino all’ultimo. Certo, l’entusiasmo dei Rangers ora è ai massimi livelli. Kris Kreider è con Auston Matthews il miglior realizzatore puro in circolazione sulle piste da hockey, Zibanejad è una macchina da punti e ora anche un vero trascinatore. In più sta diventando sempre più decisiva la Kid Line dei ventenni: Kakko-Lafreniere-Chytill. Filip Chytill, attaccante che viene dalla Repubblica Ceca, ha firmato una doppietta in gara 1, ha fatto 7 gol nei playoff in 15 partite dopo che in regular season ne ha messi 8 in 67 partite. Più che in rampa di lancio è decisamente già in orbita. Tampa Bay per passare questa serie e tornare in finale dovrà vincere in casa dei Rangers. E come dicono a New York, in queste situazioni il Madison non è più un giardino (Garden…), diventa una giungla.

I playoff NHL su Sky Sport

Ecco i prossimi appuntamenti su Sky Sport per seguire le finali di conference NHL . Questa notte gara 2 finale Western Conference Colorado-Edmonton alle 02.00 in diretta su Sky Sport Action e in replica venerdì 3 alle 16 sempre su Sky Sport Action con il commento dei nostri telecronisti (Moreno Molla e Pietro Nicolodi). Domenica 5 giugno alle ore 21 gara 3 Tampa Bay-NY Rangers in diretta sul canale 252 di Sky Sport (commento Nicolodi-Freri).

Fonte: sport.sky.it

Bellina Piazza

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *