Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Navarra in sella per tre anni “Vogliamo crescere ancora”

Dunque, a meno di eventi imprevisti, il matrimonio tra il Pontedera e Rosettano Navarra durerà almeno 3 anni. Il 65 enne imprenditore laziale, che con il 41% delle quote è il socio di maggioranza relativa, lo ha rivelato durante l’interessante conferenza stampa di mercoledì. L’obiettivo di Navarra – e ovviamente anche degli altri soci – è proseguire sulla scia di quanto fatto in questi dieci anni di professionismo sia sul piano della sostenibilità di bilancio che dei risultati sportivi. “Non scopro nulla – ha ammesso – nel dire che il Pontedera ha fatto già un mezzo miracolo calcistico. Ottenere certi risultati in tutti questi anni è una cosa importante da sottolineare, e io sono qui per un progetto, che andando avanti dettaglieremo, per cercare in 3 anni di migliorare quello che è stato fatto. Durante l’anno ci conosceremo meglio, approfondendo tutti gli aspetti della vita societaria e sperando che chi lavora sul campo ci ci faccia sorridere e divertire”.

Navarra mette subito in guardia sul fatto che ci sarà da sudare: “Il primo anno sarà il peggiore, perché al di là di consuetudini e dinamiche su cui si basa, il nuovo progetto include modifiche, piccole o grandi che siano. Tutti insieme cercheremo di gettare le basi e le radici per toglierci ulteriori soddisfazioni, però abbiamo bisogno di tutte le componenti e di avere insieme un unico comune denominatore: impegno e lavoro”. Il progetto sarà incentrato anche sulla valorizzazione dei giovani, compresi quelli provenienti dal vivaio granata. “Nelle altre società dove ho lavorato – ha aggiunto l’imprenditore – siamo sempre riusciti a portare dei giovani in Serie A. Qui a Pontedera mi sono documentato sui buoni risultati ottenuti dal settore giovanile, però la stranezza è che non ci sono stati giocatori che dalla Lega pro sono arrivati in A”. Intanto la società comunica che sono andate tutte vendute le maglie dei 110 anni Granata messe a disposizione per l’asta di beneficenza on line organizzata dal club in sinergia con la onlus Sport for Children. Il ricavato della vendita è stato donato alla Misericordia di Pontedera affinché venga utilizzato per le cure mediche di un grande tifoso granata, Carlo Barsotti. “Grazie alla vendita delle maglie – ha spiegato Yuri Bianchi, di Sport for Children – abbiamo raccolto 1.500 euro”. La società invece ringrazia Yuri Bianchi per il prezioso aiuto organizzativo, il Governatore della Misericordia, Matteo Leggerini, per la disponibilità, e tutti i tifosi che hanno partecipato all’asta. “Grazie di cuore, sono sorpreso da questo… bonus” ha detto infine Barsotti.

Stefano Lemmi

Fonte: lanazione.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *