Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Nasce Reggianello: sarà la casa granata


Da sinistra l’architetto Gherpelli, il dg della Reggiana Cattani, l’assessora Curioni, il sindaco Vecchi e il presidente Salerno
Da sinistra l’architetto Gherpelli, il dg della Reggiana Cattani, l’assessora Curioni, il sindaco Vecchi e il presidente Salerno

di Daniele Barilli Lo chiameremo Reggianello. Ed è un piccolo sogno che sta diventando realtà. Lo chiameremo Reggianello perché sarà la casa della società granata per i prossimi 24 anni. Lo chiameremo Reggianello perché sarà un polo sportivo all’avanguardia nel cuore della città e in una zona degradata che si sta cercando di far rifiorire. Lo chiameremo Reggianello, insomma, perché può diventare il simbolo di rinascita di tutto lo sport nostrano con 15 campi da calcio di cui due con erba sintetica di ultima generazione, un campo da football americano, una palestra, spogliatoi, impianto di…

di Daniele Barilli

Lo chiameremo Reggianello. Ed è un piccolo sogno che sta diventando realtà. Lo chiameremo Reggianello perché sarà la casa della società granata per i prossimi 24 anni. Lo chiameremo Reggianello perché sarà un polo sportivo all’avanguardia nel cuore della città e in una zona degradata che si sta cercando di far rifiorire. Lo chiameremo Reggianello, insomma, perché può diventare il simbolo di rinascita di tutto lo sport nostrano con 15 campi da calcio di cui due con erba sintetica di ultima generazione, un campo da football americano, una palestra, spogliatoi, impianto di illuminazione, videosorveglianza e parcheggi. Il tutto per una spesa complessiva di tre milioni di euro, metà dei quali arriveranno da un mutuo sottoscritto dal Comune con il credito sportivo e l’altra metà che saranno a carico della Reggiana che ha già sottoscritto un altro mutuo della stessa entità.

Tutto il progetto, in fase ormai avanzata tanto che i lavori dovrebbero partire nel giro di poche settimane, è stato ufficializzzato ieri in Comune alla presenza del sindaco Vecchi, dell’assessora Curioni, dell’architetto Gherpelli che ha curato la stesura del progetto e del presidente della Reggiana Salerno arrivato alla conferenza stampa con una mezzora abbondante di ritardo: non proprio il massimo per un’occasione che lui stesso ha definito storica. Ovviamente la notizia che più interessa i tifosi è che la Reggiana di Aimo Diana, tra fine novembre e inizio dicembre, tornerà in via Agosti. In una location completamente rinnovata. Per di più la società granata riporterà in via Agosti la sua sede, la biglietteria e lo store per la vendita del materiale sportivo oltre a tutto il settore giovanile che avrà campi e strutture adeguate.

“Questa è stata un’operazione etremamente complessa – ha spiegato il sindaco Vecchi – che diventerà un valore aggiunto per tutta la città. Perché aumenta l’impiantistica sportiva e, al contempo, è un tassello importante per la riqualificazione di un quartiere come Santa Croce i cui problemi sono conosciuti”. Parole a cui hanno fatto eco quelle dell’assessora Raffaella Curioni: “Sono molto emozionata, perché si tratta di un progetto sul quale stiamo lavorando da tempo. La Reggiana torna a casa e lo farà grazie a una convenzione di 24 anni. Voglio ringraziare tanta gente che ci ha aiutato e la Reggiana che ha lavorato insieme a noi: non siamo stati sempre d’accordo, ma l’obiettivo comune c’è sempre stato perché volevamo ridare una casa alla società e alla squadra. In questi giorni ho riguardato il post che avevo pubblicato su Facebook il 7 agosto 2019 in cui sottolineavo l’incuria e la devastazione lasciata in via Agosti dalla precedente gestione. Siamo partiti con 550mila euro per riqualificare tutto poi abbiamo triplicato l’investimento. Sono certo che a novembre la Reggiana tornerà in via Agosti. In più, lavoreremo insieme per dare vita a progetti per il sociale e per i giovani del quartiere perché anche questa è una funzione dello sport”.

Fonte: ilrestodelcarlino.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *