Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Mozambico, suora italiana uccisa in un attentato: due preti friulani fuggiti nella foresta con le altre suore

Attentato a una missione in Mozambico, uccisa una suora italiana, Maria De Coppi. Salvi due sacerdoti friulani, altre sorelle in fuga nella foresta

Pubblicato il:

Tragedia in Mozambico. Maria De Coppi, una suora italiana in missione nel Paese dal 1963, è rimasta uccisa in un attentato nella serata di martedì 6 settembre. Si trovava nella comunità di suore comboniane a Chipene. Lo hanno riferito le stesse suore in una nota della Segreteria generale.

L’attentato

L’attentato alla comunità di suore comboniane a Chipene, secondo quanto ricostruito dall’Ansa, è avvenuto intorno alle 21 di martedì 6 settembre.

Al momento, restano ignoti gli autori e le circostanze precise.

La suora italiana uccisa è Maria De Coppi, che era in Mozambico dal 1963.

Era originaria di Vittorio Veneto, in provincia di Treviso.

Due sacerdoti friulani, don Lorenzo Vignandel e don Lorenzo Fabbro, sarebbero invece sopravvissuti. I ribelli, come spiegato dal Centro Missionario Concordia – Pordenone, avrebbero dato fuoco a tutte le opere parrocchiali.

L’annuncio sulla morte di Maria De Coppi

Ad annunciare la morte di Maria De Coppi sono state le suore comboniane.

“Le notizie riguardanti le Sorelle lì presenti – ha comunicato la Segreteria generale in una nota diffusa la mattina di mercoledì 7 settembre – sono incerte e durante la notte non è stato possibile raggiungere il luogo per averne di più precise. L’unica Sorella con la quale abbiamo avuto contatto è suor Eleonora Reboldi, scappata in foresta con alcune ragazze”.

La stessa nota ha parlato di “preoccupazione” per suor Angeles Lopez Hernandez e suor Maria De Coppi, quest’ultima ritrovata senza vita.

Lo ha confermato suor Enza Carini: “Mi dispiace dover comunicare la tristissima notizia che suor Maria De Coppi è stata uccisa. Le altre due sorelle sono insieme ai Fidei Donum e stanno aspettando l’arrivo dei Combiniani”.

La pista islamica

Monsignor Inacio Saure, arcivescovo di Nampula, ha dichiarato all’Agenzia Fides che “le consorelle di suor Maria si sono messe in viaggio per raggiungere Chipene e prelevare il suo corpo per seppellirlo in un’altra missione”.

Sull’identità degli assalitori, Suare ha affermato che “non siamo sicuri che siano terroristi islamici, anche se è molto probabile”.

La provincia di Nampula, insieme a quella di Cabo Delgado, è vittima dell’instabilità causata dalla presenza di gruppi terroristici che si richiamano all’Isis: “Non sappiamo quante persone hanno cercato rifugio nella foresta – ha aggiunto Suare -: è un dramma terribile e ancora difficile da quantificare”.

L’ambasciata italiana a Maputo non ha, per il momento, commentato l’accaduto.

suor-maria-de-coppi Fonte foto: Facebook

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *