Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Motori elettrici per il Nexus, sottomarino da nove posti

Una batteria a ioni di litio per navigare 18 ore a propulsione elettrica: la nuova navicella dell’azienda olandese permette di ammirare le profondità marine, nel massimo comfort e in sicurezza

Maurizio Bertera

La propulsione elettrica conquista nuovi spazi, questa volta sottomarini. Dai Paesi Bassi arriva una nuova generazione di mezzi a zero emissioni pensati per il turismo delle profondità non troppo estreme: Nexus U-Boat è un modello che rispetto alle generazioni precedenti aumenta nettamente lo spazio a disposizione dei suoi nove passeggeri, che si potranno accomodare su comode poltrone e osservare dall’ampia vetrata panoramica il viaggio fino a 200 metri sotto la superficie dell’acqua. Il mezzo è alimentato da un’imponente batteria agli ioni di litio che garantisce ben 18 ore di operatività e numerose immersioni durante la giornata, rivolgendosi a resort oppure navi da crociera.

UNA VENTINA DI MODELLI

—  

È dal 2007 che la società olandese Nexus si impegna nella realizzazione di sottomarini turistici: finora ha prodotto circa 20 diversi mezzi. L’ultima generazione aumenta del 25% lo spazio interno grazie a una cabina più potente con una pianta ultra-ellittica dotata di un’ampia vetrata avvolgente. Oltre al pilota può accomodare otto passeggeri (sei, nella versione ridotta) e reggere una profondità massima di 200 metri utilizzando la propulsione pulita e silenziosa, che consente al sommergibile manovre in ogni direzione, con buone accelerazioni, grazie a otto propulsori spinti dall’energia elettrica.

POLTRONE GIREVoli

—  

Visivamente, il mezzo è vicino a una moderna navicella per il turismo spaziale. La visione è estremamente ampia grazie alle poltrone girevoli posizionate in modo da garantire il massimo raggio visivo anche in movimento. Alla spettacolarità contribuisce anche il fatto che il sistema di bombole subacquee sia posizionato sopra il guscio e lo scafo sia costituito da tre sezioni collegate che permettono un’unica visuale senza interruzioni. La batteria di ultima generazione agli ioni di litio garantisce un’autonomia di 18 ore pari a circa 10 viaggi di andata e ritorno fino al punto più profondo raggiungibile. L’accesso a bordo è progettato per passeggeri di ogni età, secondo la filosofia del cantiere, e proprio per questo un bordo libero di 90 cm consente il funzionamento e l’imbarco in sicurezza anche in acque agitate, riducendo al massimo l’instabilità del mezzo.

Fonte: gazzetta.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *