Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Motori diesel, nuove potenzialità con Common Rail CRS 3-27 – Componenti & Tech

Al recente congresso Fisita (Fédération Internationale des Sociétés d’Ingénieurs des Techniques de l’Automobile) che si è svolto a Praga tra le altre tecnologie Bosch destinate a migliorare l’efficienza e l’impatto ambientale, i riflettori si sono riaccesi sul motore diesel, che tra i propulsori termici vanta la maggiore versatilità attribuibile principalmente a un alto grado di rendimento e all’economicità associata.
Anche se erroneamente indicato come una soluzione da ‘cancellare’ il motore diesel può invece fornire un importante contributo alla riduzione delle emissioni della CO2, soprattutto se sviluppato in direzione di un downsizing complessivo e del suo inserimento in sistemi ibridi plug-in che tendono verso lo zero a livello omologato pur senza ricorrere alla sola energia fornita dalle batterie.
Per i turbodiesel del futuro, che potranno avere cilindrate attorno a 1,5 litri e con potenze dell’ordine dei 200 Cv, Bosch ha presentato a Praga il nuovo sistema Common Rail CRS 3-27 che vanta pressioni d’iniezione più elevate, tempi di commutazione più rapidi e un adattamento flessibile della mappatura di iniezione alle condizioni operative.
Questa proposta Bosch rientra nella strategia di costante sviluppo dei componenti dei motori termici, un ambito che comprende appunto i sistemi di azionamento diesel, ma anche il controllo dell’aria, il turbocompressore, il trattamento dei gas di scarico, il sistema di incandescenza, l’impianto di raffreddamento e quello di lubrificazione.
Grazie al sistema di iniezione Common Rail CRS 3-27 – combinato con un efficiente trattamento dei gas di scarico – i motori diesel del futuro possono costituire la base per veicoli economici e rispettosi dell’ambiente. Questo sistema Bosch con iniettori piezoelettrici consente l’iniezione flessibile di carburante a pressioni fino a 2.700 bar utilizzando anche la strategia Digital Rate Shaping (DRS) che contribuisce a un ritardo molto ridotto tra la pre-iniezione e l’iniezione principale.
Il DRS può essere utilizzato per realizzare un processo di combustione più fluido con meno interruzioni che possono ridurre ulteriormente rumore, emissioni e consumo di carburante.
L’innovativa funzione Needle Closing Control (NCC) può aumentare significativamente la precisione di iniezione nel corso della vita grazie alla misurazione delle variabili caratteristiche dell’iniettore, dati questi che sono scambiati con la centralina elettronica.
   

Fonte: ansa.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *