Viva Italia

Informazione libera e indipendente

MOTORI – Abarth 695 Tributo 131 Rally: il ritorno della leggenda

Sotto nuove vesti, torna sulle strade di tutto il mondo l’auto che fece sognare un’intera generazione: l’Abarth 131 Rally. Nel quarantesimo anniversario dalla sua ultima gara, il marchio dello Scorpione rende omaggio ad un vera leggenda dedicandole la serie speciale Abarth 695 Tributo 131 Rally, limitata a 695 unità e commercializzata in tutto il mondo.

La nuova versione top di gamma è il tributo alla gloriosa storia sportiva di Abarth, che da sempre fa parte del suo DNA e, grazie al “transfer” tecnologico, le soluzioni più innovative testate in pista poi vengono adottate sulle vetture di normale produzione. Ecco perché la nuova serie speciale Abarth è un autentico concentrato di tecnologia all’insegna dei valori fondanti del marchio: Performance e Stile.

L’Abarth 695 Tributo 131 Rally è equipaggiata con il motore 1.4 T-jet che eroga 180 CV di potenza e una coppia di 250 Nm a 3.000 rpm, con velocità massima di 225 km/h e l’accelerazione da 0 a 100 km/h in 6,7 secondi. Dotata di ammortizzatori Koni FSD su entrambi gli assi e di uno specifico impianto frenante che presenta, all’anteriore, pinze Brembo in alluminio a 4 pistoncini e, al posteriore, dischi autoventilati di 305 mm e 240 mm. La dotazione è completata dai cerchi neri in lega da 17″ con finitura diamantata e dal sistema “Record Monza Sovrapposto”, l’evoluzione dell’iconico scarico Record Monza con i quattro terminali sovrapposti verticalmente. Di serie anche lo Spoiler ad Assetto Variabile, regolabile in 12 posizioni da 0 a 60° che migliora la stabilità in curva e una maggior reattività nei tratti misti: con un’inclinazione a 60° e una velocità di 200 km/h, il carico aerodinamico aumenta fino a 42 kg.

L’Abarth 695 Tributo 131 Rally si caratterizza per i precisi richiami alla sua storica antesignana, come l’inedita livrea bicolore tristrato “Blue Rally” lucido, che reinterpreta in chiave contemporanea il colore originale. Prima vettura dello Scorpione in cui sono presenti gli “Easter Eggs”, piccole “gemme” di stile che i designer nascondono per stupire i clienti, come la silhouette della 131 Rally incisa sulla parte inferiore della portiera, sulla plancia in Alcantara e sui poggiatesta dei nuovi sedili, la livrea dell’Abarth 605 Tributo 131 Rally è impreziosita da tetto e montanti in color Nero Scorpione. La stessa tonalità di blu si ritrova invece sulle calotte degli specchietti e su alcuni dettagli interni. Disponibili anche le livree monocromatiche “Blue Rally” e “Grigio Record”.

All’interno, il carattere sportivo è confermato dai sedili in tessuto rigorosamente Sabelt, con inserti e cuciture blu ispirati a quelli della vettura storica, ma rivisti in un’ottica moderna. Ogni dettaglio, è pensato per ricordare la storia leggendaria dell’Abarth 131 Rally che debuttò nel 1976 nel Gruppo 4 mettendo insieme un invidiabilepalmarès che vanta la partecipazione a sei Campionati del Mondo Rally (dal 1976 al 1981) e la vittoria di 18 Rally internazionali, tre titoli di Campione del Mondo Costruttori (1977, 1978 e 1980) e due titoli Piloti, una Coppa FIA Piloti con Markku Alén e un Campione del Mondo Piloti con Walter Röhrl.

Su queste basi poggia la nuova campagna dedicata al lancio delle inedite Abarth 695 Turismo, Abarth 695 Competizione e della serie speciale Abarth 131 Tributo Rally: per presentarle al grande pubblico, il marchio dello Scorpione ha realizzato una comunicazione innovativa – la cui tagline è #Augmented Performance – che usa i codici visivi e il linguaggio del metaverso, dando vita a nuovi cataloghi digitali e ad un avvincente spot online. È l’ultima frontiera del mondo digitale, in cui gli appassionati di Abarth potranno muoversi tra mondi virtuali perpersonalizzare la propria vettura ideale, proprio come accade nella vita reale, dove i clienti possono customizzare facilmente il proprio modello Abarth preferito.

Fonte: quotidianocanavese.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *