Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Motori: a Sant’Angelo all’Esca “Karting in Piazza” di Aci – Campania

(ANSA) – AVELLINO, 08 GIU – Il 7 e l’8 giugno a Sant’Angelo
all’Esca (AV) circa 150 bambini tra i 6 e i 10 anni delle Scuole
primarie dell’Istituto I.C. Luigi Di Prisco di Fontanarosa nei
panni di “Ambasciatori della Sicurezza Stradale” per una delle
10 tappe nazionali del progetto educativo “Karting in Piazza”.
    La due giorni è suddivisa in incontri frontali di spiegazione
delle principali regole della circolazione stradale e una parte
pratica, con i bambini alla guida di kart elettrici su un breve
mini circuito allestito da personale specializzato. Sempre
presente in tutte le fasi della giornata l’assistenza di
istruttori federali di ACI Sport.
    “Due giornate molto speciali per le bambine e i bambini di 6-10
anni che parteciperanno al progetto dell’Automobile Club
d’Italia ‘Karting in Piazza’ il cui intento è insegnare ai più
piccoli fruitori della strada che il rispetto delle regole e
delle altre persone viene prima di ogni altra cosa ed è alla
base della civile convivenza. Inoltre, la possibilità che viene
data loro di guidare un kart all’interno di un mini circuito può
essere di stimolo per avvicinarli allo sport e alla passione per
le quattro ruote”, ha dichiarato il presidente dell’Automobile
Club Avellino, Stefano Lombardi.
    “Karting in Piazza è un progetto con il quale l’ACI ed i Comuni
che ospitano l’evento possono entrare nelle scuole e coinvolgere
alunni ed insegnanti in un momento educativo e formativo comune
attraverso un programma specificamente elaborato per
l’insegnamento dei fondamentali del Codice della Strada, della
sicurezza stradale e del rispetto delle regole”, ha affermato il
sindaco di Sant’Angelo all’Esca, Attilio Iannuzzo.
    L’evento, patrocinato dal Comune di Sant’Angelo all’Esca e
voluto dall’Automobile Club Avellino, è l’unica tappa campana
della manifestazione nazionale ACI per la sicurezza stradale. La
partecipazione al progetto, completamente gratuita per la
scuola, prevede il rilascio a tutti i partecipanti di un diploma
di “Ambasciatore della sicurezza stradale”, affidando loro il
compito di diffondere, innanzitutto nelle rispettive famiglie,
le regole per la sicurezza stradale. (ANSA).
   

Fonte: ansa.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *