Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Motori, a Pergusa bellissime auto dal fascino intramontabile

Bellissime auto dal fascino intramontabile, la storia agonistica dell’autodromo di Pergusa e quella culturale del borgo rupestre di Sperlinga annoverato tra i Borghi più Belli d’Italia.

Sono questi gli ingredienti della nuova tappa siciliana appena conclusa di Ruote nella Storia, la kermesse di Aci Storico che dopo lo svolgimento di questo fine settimana, porterà alla ribalta nazionale la provincia di Enna e le sue bellezze. Ruote nella Storia ha come obiettivo quello di promuovere il territorio nazionale e la sua cultura insieme al fascino delle vetture che hanno fatto la storia dell’automobilismo attraverso una sessantina di appuntamenti in tutto lo stivale.

L’evento siciliano organizzato dall’Automobile Club di Enna, in collaborazione con C.A.St.En.1989 A.S.D. (Club Auto Storiche Enna) e l’Ente Autodromo di Pergusa, ha avuto un momento sportivo, con prove di abilità di avvicinamento alla disciplina della regolarità, ed un momento culturale con percorso e visita a Sperlinga e il suo splendido castello.

Le vetture che hanno sfilato, circa una ventina, sono tutte auto storiche immatricolate prima del 1 gennaio 1991 e autorizzate alla circolazione su strada aperta al traffico ed i modelli inseriti nella “Lista di Salvaguardia” emanata da Aci Storico.

Il servizio televisivo sulla manifestazione sarà trasmesso nel “magazine Aci Storico” ogni due settimane il mercoledì alle ore 23.00 su su Aci Sport TV (canale 228 di Sky) e decine di televisioni in convenzione sul digitale terrestre. Questa domenica (29 agosto) i partecipanti si sono dati appuntamento all’Autodromo di Pergusa e dopo una prova di abilità, sono partiti alla volta di Sperlinga lungo un percorso di 53 km attraverso le assolate strade e i paesaggi mozzafiato dell’entroterra siciliano.

Una volta a Sperlinga, gli equipaggi hanno visitato il borgo rupestre costituito da antiche grotte, organizzate su più file sovrapposte, a loro volta collegate da corridoi e scale intagliate nella roccia.

A fine manifestazione gli equipaggi si sono ritrovati a Nicosia per uno scambio di doni, premiazioni ed un momento conviviale secondo le più rigide norme anti covid. 

Fonte: ilfattonisseno.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *