Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Motorcycle club o MC: gruppi e club per i motociclisti italiani

Dietro a quello che può sembrare un semplice mezzo di trasporto ci sta una vera e propria cultura. I motorcycle club italiani, anche noti come MC, nascono con l’intento di celebrare i motori e creare delle piccole comunità di appassionati. Nord, centro e sud Italia un tempo erano pieni di gruppi di riders e oggi, è ancora così? Scopriamo quali sono al giorno d’oggi i punti di ritrovo per i motociclisti più sfegatati.

Gruppi MC, cosa sono

Esistono ancora in Italia i gruppi per motociclisti? No, non stiamo parlando dei gruppi boomer su Facebook del tipo “Sei un motociclista se…”: ci riferiamo ai “veri” motorcycle club italiani. Ebbene sì, ci sono e sono anche molti perché in tutta Italia non sono poche le persone ad avere la passione per le moto e per tutta la cultura che le circonda. Certo, con il tempo le cose sono cambiate e l’arrivo dei social network ha aiutato questa community a crescere ancora di più collegando i riders di tutto il paese. Nonostante questo sono sopravvissuti anche i motoclub vecchia scuola. Per essere definito Moto Club il gruppo deve avere dei membri associati, di solito questi MC fanno richiesta per essere riconosciuti come Associazioni Sportive Dilettantesche o A.S.D. Un ulteriore riconoscimento, anche abbastanza prestigioso, è l’ammissione del club all’interno della FMI, ovvero la Federazione Motociclistica Italiana. Una volta ritrovatisi in gruppi i riders svolgono insieme diverse attività tra le quali la partecipazione a grandi raduni a livello nazionale, giri in moto alla scoperta dei paesaggi o addirittura eventi di tipo agonistico.

Club motociclisti: sono pericolosi?

C’è sicuramente qualche stereotipo legato alle bande di motociclisti, questi probabilmente derivano da diversi fattori, in primis dal modo con cui sono ritratti nei film e nelle serie tv americane, su tutte la celeberrima Sons of Anarchy. Non è raro che in questi contesti siano dipinti come gruppi chiusi, violenti, spesso legati all’illegalità, gente insomma da non fare arrabbiare. Anche l’estetica del motociclista non aiuta, le classiche giacche di pelle nera e quell’aspetto dark e leggermente aggressivo rischia di creare fraintendimenti. In realtà come dicevamo, a legare queste persone è la passione per i motori e la voglia di essere parte di un gruppo. Certo ci sono anche bande note per le loro attività criminali ma più comunemente i membri dei motorcycle clubs seguono un codice d’onore basato sulla fratellanza, l’onore e il rispetto.

This content is imported from Instagram. You may be able to find the same content in another format, or you may be able to find more information, at their web site.

MC italiani, i motorcycle club nel nord Italia

A Rovereto, in provincia di Trento si trova lo storico Motoclub Pippo Zanini fondato nel 1953 in ricordo di Zanini, un motociclista ufficiale della Laverda che è mancato a causa di un incidente avvenuto proprio mentre correva. Poco più recente è invece il Moto Club di Gessate, collocato poco fuori da Milano è nato nel 1958 ed è ancora oggi molto attivo. I Dirty Bikers 1989 hanno sede a Cafasse, in provincia di Torino, e da più di trent’anni sono un punto di riferimento per i motociclisti piemontesi. Nella stessa regione, a Cuneo, si trova anche l’Associazione Culturale Strade da moto che ha deciso di puntare sulla cultura del motociclismo, che per loro è un patrimonio da diffondere e coltivare. A Santa Marizza di Varmo, vicino a Udine, si ritrova il Moto Club Free Rider’s Spirits A.S.D. A Modena, in Emilia Romagna si possono trovare iPANZER, un gruppo leggermente anomalo che non ha una sede e accetta nuovi membri solo su invito. Vicino a Verona, a Bovolone, ci sono I Centauri del Leone un gruppo per appassionati di moto ma anche di automobili. In Liguria infine, in provincia di Savona, c’è il Motoclub Domina che tra le diverse attività insegna anche ai giovani futuri riders come guidare in sicurezza sulle strade.

MC italiani, i motorcycle club nel centro Italia

Tra i club del centro Italia più famosi c’è sicuramente quello della capitale, il Bikers Roma Club A.S.D., un gruppo nato recentemente, nel 2020, che grazie ai due fondatori è diventato un’associazione sportiva dilettantistica. Cinghiali in Moto è invece un club aperto a tutti che ha sede a Gabbro, in provincia di Livorno. Sempre in Toscana si trova poi il Motoclub Pisa che si definisce come gruppo specializzato in moto d’epoca e in attività di mototurismo. Nelle Marche invece si trova il Motoclub Montefeltro che ha sede ad Urbino, fu fondato nel 2005 e principalmente si occupa di enduro organizzando eventi a livello turistico ma soprattutto agonistico. Anche l’Abruzzo ha un grande gruppo di motociclismo, si tratta del Motoclub i guerrieri che ha sede a Colonnella in provincia di Teramo.

MC italiani, i motorcycle club nel sud Italia

Il motociclismo è molto diffuso anche nel sud Italia, anche se forse c’è una presenza minore di club. Uno dei gruppi campani più importanti è il MotoClub del Parteni A.S.D., che ha sede ad Avellino. Il Motoclub Le Dune raduna invece tutti i motociclisti del sud della Sardegna grazie alla sua sede a Masainas. In Sicilia c’è invece l’ASD Movimento Motociclistico Siciliano i Pellegrini di Palermo, il cui nome dice già tutto.

Dal 2017, a Esquire Italia vogliamo essere il maschile per l’uomo di stile e di sostanza, raccontando tendenze, attualità e passioni con serietà nei contenuti e una punta di giocosità nel tono.

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *