Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Motocross – Motori accesi per il GP della Lombardia | la Voce Di Mantova

Tony Cairoli
Tony Cairoli

Mantova Il Mondiale del Motocross torna al Migliaretto, a poco più di un mese dallo storico trionfo dei colori italiani nella 74esima edizione del Motocross delle Nazioni, per un doppio appuntamento con il GP di Lombardia, oggi e domani, e il GP Città di Mantova in programma martedì 9 e mercoledì 10 novembre.
Sarà un’edizione storica per due motivi: per la prima volta sulla pista mantovana si aggiudicherà il titolo della classe regina, la MXGP. Sarà una battaglia ad altissimo livello tra Romain Febvre su Kawasaki, Tim Gajser (campione in carica) su Honda e Jeffrey Herlings in sella a Ktm, racchiusi in un distacco in classifica di soli 3 punti. Il secondo motivo, che vale l’intero biglietto, l’ultima gara in carriera di Antonio Cairoli. Tony promette spettacolo e il colpo del fuoriclasse su una delle piste che l’ha visto vincitore per ben quattro volte: nel 2007 e 2008 in MX2 con Yamaha, 2010 in MX1 e 2019 in MXGP con Ktm, oltre a 5 vittorie internazionali come Starcross e Internazionali d’Italia. Oggi in pista l’Europeo EMX250 e EMX2T.

Il programma della prima giornata del GP di Lombardia vedrà impegnati i giovani dell’EMX250, l’Europeo della classe 250 e della EMX2T, categoria, quest’ultima, che ritorna dopo l’appuntamento belga di Loket. Nella quarto di litro Nicholas Lapucci in sella a Fantic del Team Maddii, che proprio a Mantova ha trionfato nel round finale degli Internazionali d’Italia del marzo scorso, è in testa con 345 punti grazie a 3 vittorie assolute e 4 vittorie di manche; calcolo che non comprende l’ultimo GP del Garda dello scorso weekend dove il fiorentino non ha ottenuto neppure una vittoria di manche, (la prima volta nel 2021) finendo due volte terzo penalizzato dal fondo bagnato. Il toscano comanda con un vantaggio di 24 punti, quasi una manche, sul più diretto inseguitore il norvegese Kevin Horgmo in sella a GasGas, vincitore dell’ultima prova a Pietramurata. Terzo l’olandese Rick Elzinga su Ktm a 88 punti da Lapucci. Andrea Bonacorsi, alfiere della casa dei tre diapason, dovrà cercare di migliorare la quinta posizione nell’assoluta dopo la vittoria di una manche in ognuno dei due ultimi round trentini.

Grande attesa invece per sapere chi si aggiudicherà oggi il titolo della EMX2T. La lotta al vertice vede il tedesco Maximilian Spies su Fantic del Factory Team Maddii con un bottino di 100 raggranellato grazie alle quattro vittorie su quattro manche disputate nelle due prove corse a Loket e Lommel. All’inseguimento il britannico Brad Anderson su Ktm con 84 punti e, a solo 2 lunghezze, l’altro portacolori del Team Maddii Federico Tuani che nelle due precedenti prove è finito sempre a podio. Nono posto in classifica di campionato per l’altro italiano Pablo Caspani (Husqvarna) con 32 punti. Presenti nell’entry list anche gli altri italiani Riccardo Cencioni (Ktm), Davide Zampino (GasGas), Alessio Bonetta (Husqvarna), Yuri Pasqualini (Ktm), Morgan Bennati (Husqvarna) e Paolo Ermini (Husqvarna).

Lorenzo Montagner

Fonte: vocedimantova.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *